« Torna indietro

Ossessionato dalla body modification, il Satana Umano non si ferma più: “Artigli al posto delle mani”

Pubblicato il 3 Ottobre, 2022

La body modification, letteralmente “modifica del corpo”, è una pratica finalizzata a modificare parti del corpo in maniera irreversibile nella maggior parte dei casi. Alcune pratiche, come le mutilazioni volontarie, sono decisamente estreme e hanno finalità esclusivamente estetiche e non di salute.

Michel Faro Praddo, 44enne brasiliano di Praia Grande, ha portato la body modification a livelli estremi e difficili da superare, tanto da essersi guadagnato l’appellativo di “Human Satan”, cioè Satana Umano.

25 anni di tatuaggi e operazioni: così è nato il Satana Umano

In 25 anni il 44enne si è ricoperto il corpo di tatuaggi e si è sottoposto a pratiche di body modification estreme e per certi versi raccapriccianti.

Si è fatto impiantare diverse corna in testa e inoltre si è fatto rimuovere il naso, i capezzoli, l’ombelico, le orecchie e addirittura un dito su ciascuna delle due mani per assomigliare quanto più possibile a Satana.

La sua trasformazione però non si è esaurita qui e ha annunciato l’intenzione di trasformare le sue mani in artigli, per rappresentare ancora meglio il Signore degli Inferi.

L’uomo per sottoporsi a queste allucinanti operazioni non si avvale di specialisti di chirurga estetica, ma di persone prive di etica che non si fanno alcun problema ad assecondare le tue discutibili richieste.

“Salvo una parte della mia personalità”

“Ho sempre sete di modifiche del corpo – ha raccontato il Satana Umano a Daily Star – e ho dovuto fermarmi per alcuni mesi per problemi personali. Ora sto studiando qualcosa di più aggressivo. Sono appassionato di bodybuilding e quando apporterò le modifiche non potrò muovermi fino alla fine del recupero”.

Human Satan spiega qual è il motivo che lo porta ad automutilarsi: “Ho deciso di togliermi le orecchie ed è stata un’esperienza molto eccitante perché ho sentito che stavo salvando qualcosa in me stesso, in realtà stavo salvando una parte della mia personalità che altri avevano messo in coma”.

Skip to content