« Torna indietro

Buster

Buster adesso “Vola in alto”: è morto il Boxer reso celebre da uno spot natalizio (VIDEO)

Pubblicato il 26 Novembre, 2022

La “migliore pubblicità natalizia di sempre” di John Lewis, catena di grandi magazzini inglese, lo aveva reso famoso.

Ora Buster, l’amato cane Boxer filmato mentre si divertiva come un pazzo a saltare un trampolino, non c’è più.

All’età di 12 anni il quattrozampe, il cui vero nome era Biff, si è spento nei giorni scorsi.

“Vola in alto, nostro bellissimo ragazzo speciale, ci mancherai per sempre” ha scritto sui social la sua proprietaria Jan Patten. 

Buster

Lo spot, diffuso per il Natale 2016, raccontava la storia di una bambina di nome Bridget che ama saltare e del suo buffo cane Buster. Impostato su una cover di “One Day I’ll Fly Away”, sua madre e suo padre le comprano un trampolino e, mentre lei dorme, loro lavorano duramente per costruirlo prima di nasconderlo in giardino e sorprenderla il giorno di Natale. 

Mentre la sera del 24 dicembre cade la neve, tutti gli animali del bosco – tra cui volpi, un tasso, uno scoiattolo e un riccio – iniziano a rimbalzare sul trampolino mentre il pugile osserva sconsolato dalla finestra.

La mattina di Natale Bridget corre fuori per usarlo per la prima volta, ma la sua gioia si trasforma in sorpresa quando lo sfacciato Buster la supera in velocità e per usare il suo nuovo giocattolo prima di lei. 

“Buster the Dog” è stato votato come la migliore pubblicità di John Lewis in un sondaggio di Radio Times all’inizio di questo mese, ottenendo il 24% dei voti complessivi.

YouTube video

“Biff era un membro molto amato della nostra famiglia molto amato, e anche tutti quelli che lo hanno incontrato lo hanno amato – racconta la Patten, di Daventry (Regno Unito) – La sua fama ci ha dato l’opportunità di raccogliere fondi per enti di beneficenza per gli animali. Lui e io avevamo un legame davvero speciale, e qualunque cosa gli chiedessi, che si trattasse di nuovi trucchi, esibizioni, incontri e saluti, o foto con bambini, adulti e animali, lui accettava volentieri, con la pazienza di un santo. A casa era pura gioia, ci faceva sorridere ogni giorno. Non so se lo sapete, ma i Boxer sono conosciuti come i pagliacci del mondo canino, e anche se Biff era professionale al momento giusto, non ha mai perso la capacità di farci ridere. Ci mancherà davvero tanto”.

Skip to content