« Torna indietro

Carta metropolitana della Mobilità Elettrica: il Comune ha sottoscritto il documento

Pubblicato il 18 Febbraio, 2021

Cinque linee di intervento condivise per favorire lo sviluppo dell’elettromobilità
San Vincenzo, 17 febbraio 2021 – Il Comune di San Vincenzo ha aderito e sottoscritto la Carta metropolitana della Mobilità Elettrica, un documento ideato durante la Conferenza nazionale della Mobilità Elettrica ‘e_mob’ e promosso dalle amministrazioni di Milano, Firenze, Bologna, Varese e Torino. Si incentra su cinque linee di intervento attuabili e concrete volte proprio a diffondere la mobilità elettrica in ambito urbano.

La Carta metropolitana, alla quale per adesso hanno aderito più di 130 località italiane, ha lo scopo di coinvolgere ed educare città e comuni verso una mobilità più sostenibile e pulita.


Le cinque linee di intervento elencate nel documento riguardano lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico, l’ampliamento della possibilità di ricarica negli immobili residenziali e aziendali, l’impulso allo sharing con mezzi elettrici, lo stimolo all’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità e, infine, offrire al consumatore valide motivazioni per il cambiamento culturale.


«La nostra amministrazione – ha spiegato l’assessore alla Mobilità, Marco Bonicoli – ha già effettuato interventi concreti in questa direzione, come ad esempio l’installazione delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici in tutto il paese, e intende sviluppare ulteriormente delle politiche sul territorio che possano offrire un contributo reale alla riduzione dell’inquinamento nella nostra area urbana.

Il Comune – ha aggiunto – considera infatti un obiettivo prioritario la tutela della qualità dell’aria e la mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico, offrendo la possibilità di numerose applicazioni a livello cittadino».


La sottoscrizione della Carta metropolitana della Mobilità Elettrica consentirà di creare con le altre realtà che hanno aderito un percorso di condivisione aperto e costruttivo, dando così vita ad un linguaggio comune e ad una ‘rete’ di città e comuni attenti alla salute dei propri cittadini e, più in generale, all’ambiente.

Tutti gli atti adottati relativamente al tema specifico infatti verranno condivisi, creando così un pacchetto di informazioni e di notizie ampio e trasversale.

Uno scambio di esperienze capace di indirizzare, anche a livello regionale e nazionale, scelte che favoriscano il processo di diffusione della mobilità elettrica.

Skip to content