Catania tecnologia

Etna, scienziati dell’Ingv hanno individuato zone superficiali di accumulo di magma con la tomografia 4D

Sotto la parte centrale dell’Etna sono presenti tre zone che “rallentano” le onde sismiche causando un aumento dei tempi di percorso. I ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) sono arrivati a questa scoperta grazie ad una tecnica sismologica – Tomografia Sismica 4D – , che ha definito la struttura del vulcano, dai crateri sommitali fino ad una profondità di 10-12 km.

Innovazione digitale, entro il 12 aprile le domande per partecipare al polo regionale “Sikelia”. Ecco il link

C’è tempo fino al 12 aprile per partecipare al bando disponibile sul sito del dipartimento Attività produttive per dichiarare la manifestazione d’interesse per la costituzione del polo per l’innovazione digitale regionale denominato “Sikelia”.

x