Venezia Cronaca

Deteneva pistola con matricola abrasa, arrestato 36enne di Mestre

La Polizia locale ha arrestato un trentaseienne di Mestre per detenzione di una pistola con matricola abrasa. Intorno alle 7 della mattina gli agenti del Nucleo di polizia giudiziaria e sociale si sono presentati nell’abitazione dell’uomo, in zona via Miranese a Mestre, per una perquisizione personale e locale decretata dalla Procura della Repubblica di Venezia e mirata al rinvenimento e al sequestro di apparecchiature telematiche ed informatiche, oltre che di ogni altro elemento utile a far luce su un caso di danneggiamento e intimidazione avvenuto nel 2019.

Tedesco campeggia ai giardini di Castello, multato

Personale della sezione di San Marco e del Nucleo di Pronto impiego della Polizia Locale è intervenuto nel centro storico veneziano sanzionando un cittadino tedesco di anni 35 che, dopo avere installato una tenda da campeggio all’interno dei giardini Napoleonici di Castello, si è allontanato verso piazza San Marco in evidente stato di ubriachezza.

Daspo urbano da via Piave alla prostituta e al cliente

Il Comando della Polizia locale di Venezia rende noto che, sabato 12 dicembre, durante il servizio di pattugliamento del territorio in abiti civili, il personale del Nucleo operativo, intorno alle ore 17, ha individuato una donna tossicodipendente che si prostituiva in via Piave, incontrando un cliente che era a bordo di un’auto di grossa cilindrata. In passato più volte i residenti avevano segnalato la presenza della donna alle autorità competenti.

Acqua alta, nuovo decreto per +1,6 mln di euro

Il commissario delegato all’emergenza per l’acqua alta di novembre 2019 ha firmato il decreto n. 64 con cui ha approvato il prospetto degli ammessi al contributo “riferito alle istanze di cui all’Ordinanza commissariale n. 2/2019 sia per l’immediato sostegno ai nuclei familiari sia per la ripresa delle attività, le cui istruttorie si sono concluse con esito favorevole”. “Continua così il pagamento dei risarcimenti ai veneziani danneggiati dall’Acqua Granda del novembre 2019 che, ad oggi – evidenzia il commissario Luigi Brugnaro – sono arrivati a 4.719 soggetti per un totale complessivo di oltre 27 milioni di euro”.

Alpago: 11 squadre da Venezia per i soccorsi

Undici squadre di nove distretti della Città metropolitana di Venezia con circa una cinquantina di volontari della Protezione Civile e 15 mezzi, sono partiti all’alba per prestare soccorso alla popolazione del territorio bellunese dell’Alpago dove stanotte sono esondati torrenti e si sono verificate alcune frane.

MALTEMPO: NOTTATACCIA PER I VENETI

Quella appena trascorsa è stata una notte particolarmente difficile per il sistema di Protezione civile regionale a causa del maltempo nel Bellunese: il Meschio è esondato a Cordignano creando numerosi allagamenti, ed è in corso l’evacuazione dei 76 ospiti della casa di riposo del Comune di Alpago. Nell’alto Bellunese il rischio valanghe resta alto.

Operazione “Napoleon”, chiuse le indagini

Tre persone tra i 18 e i 27 anni, di origine nigeriana, sono state arrestate nell’ambito dell’operazione “Napoleon”, con l’accusa di detenzione e spaccio di marijuana al termine di una indagine iniziata ad agosto 2017 e che si è conclusa anche grazie alla collaborazione di forze di polizia internazionali.

Denunciato cittadino turco con patente contraffatta

Aveva fatto istanza e ottenuto la conversione della propria patente di guida turca in omologa patente italiana, ma il documento originario era contraffatto. È quanto emerso dall’indagine condotta dal Laboratorio analisi documentale della Polizia locale di Venezia, che ieri ha rintracciato e convocato alla sede del Comando generale l’uomo, di nazionalità turca, che aveva avviato la pratica, provvedendo poi a denunciarlo all’Autorità giudiziaria.

Blitz antidroga nel rione Piave, denunciati due spacciatori

Ancora un’operazione antidroga della Polizia locale di Venezia nella zona di via Piave a Mestre. Il bilancio è di due nigeriani, rispettivamente di 37 e 36 anni, deferiti all’autorità giudiziaria per il reato di spaccio continuato, e di quattro Daspo emessi: due agli stessi cittadini africani, e altri due a clienti a cui avevano ceduto altrettante dosi di sostanze stupefacenti.

Movida in centro storico: 8 barchini sanzionati e 1 denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale

Nell’ambito delle attività di controllo della ‘movida’ nel centro storico di Venezia, tra martedì e mercoledì sera la Polizia locale ha sanzionato otto giovani che conducevano altrettante imbarcazioni lungo rio San Felice, nonostante il divieto di transito, riservato solo a residenti e frontisti. Un altro ragazzo è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale nel corso di ulteriori controlli svolti dagli agenti tra Rio San Barnaba e Rio dei Carmini.

Edizioni

x