« Torna indietro

Salerno

Chieti: distrugge un bar perché gli hanno rubato il telefono, ma era in auto. Daspo di 2 anni

Pubblicato il 22 Febbraio, 2024

Un 57enne di Pollutri per due anni non potrà entrare in esercizi pubblici per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande della provincia di Chieti.

Il provvedimento (il Daspo urbano “Willy”) è stato emesso dalla Questura di Chieti su richiesta dei carabinieri di Scerni.

Il 57enne, B.L., già noto alle forze dell’ordine, la sera del 3 dicembre 2023 mentre si trovava all’interno di un locale di Scerni ha minacciato il proprietario e danneggiato alcuni oggetti d’arredamento perché riteneva che qualcuno gli avesse rubato il telefono che invece aveva dimenticato all’interno del furgone che utilizza per lavoro. Dopo l’intervento dei carabinieri ha minacciato di incendiare il locale.

L’uomo per due anni non potrà accedere ai pubblici esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, quali ristoranti, trattorie, pizzerie, caffetterie e bar, wine bar, birrerie-pub, enoteche, sale da ballo, discoteche, presenti nel territorio della provincia di Chieti. La limitazione prevede anche di non poter stazionare nelle vicinanze dei predetti pubblici esercizi e locali di pubblico intrattenimento, ovvero ad una distanza inferiore a 30 metri.

“La persona – spiega il capitano della compagnia carabinieri di Atessa, Alfonso Venturi – è stata ritenuta socialmente pericolosa e pertanto la misura ha l’obiettivo di infrenare la tendenza a violare le norme attraverso condotte contra legem che mettono in pericolo la sicurezza pubblica”.

About Post Author