« Torna indietro

Fedez

Il chirurgo di Fedez spiega cosa è successo: “Ulcere anastomotiche”

Pubblicato il 30 Settembre, 2023

Fedez ha comunicato, seguendo un periodo di preoccupazione durato diverse ore, i dettagli sul suo stato di salute attraverso un video sui canali social, nel quale ha spiegato di essere stato ospedalizzato a causa di ulcere anastomotiche. Il dottor Massimo Falconi ha fornito ulteriori informazioni al Corriere della Sera riguardo all’incidente del rapper, questo evento, sebbene poco comune, non è escluso che possa riaccadere in futuro.

Che cosa è successo a Fedez

Il medesimo medico che circa diciotto mesi fa ha eseguito un intervento chirurgico su Fedez, rimuovendo il tumore endocrino al pancreas, ora inizia a illustrare gli avvenimenti introducendo una premessa essenziale: “Come aveva raccontato Federico stesso l’operazione è stata importante con l’asportazione della maggior parte del duodeno, cistifellea, testa del pancreas e un pezzo di intestino. Pur avendo eliminato diversi organi e visceri, viene ricostruita la continuità fra i vari segmenti dell’apparato digerente”. Un’operazione più complessa del solito, con una serie di esiti che implichino la necessità di modificare il proprio modo di vivere. Tuttavia, ciò che è accaduto al rapper milanese rientra in una categoria rara:

Può capitare, è un evento relativamente raro. Si tratta di un’ulcerazione (una lesione della mucosa intestinale) che si forma in prossimità dell’anastomosi, ovvero dove noi chirurghi abbiamo “cucito”, suturato. Può manifestarsi con dolore addominale, difficoltà di alimentazione e, raramente, ematemesi (vomito di sangue) oppure melena (emissione, con le feci, di sangue digerito).

Come curare le ulcere

L’ospedalizzazione d’emergenza è stata essenziale per intervenire tempestivamente, e al giornale Corriere, il dottor Falconi ha illustrato la terapia da adottare per trattare questo genere di ulcere, tranquillizzando chiunque sul fatto che la situazione può essere risolta in un breve arco di tempo:

“Questa complicanza, che spesso può richiedere un ricovero ospedaliero, viene generalmente risolta con terapie farmacologiche oppure con un trattamento endoscopico che ferma il sanguinamento. Solitamente si somministrano protettori gastrici che riducono le secrezioni acide normalmente rilasciate dallo stomaco e, se necessario, vengono fatte delle trasfusioni di sangue. In genere il ricovero dura pochi giorni, nell’arco di un mese l’ulcera guarisce e il problema è risolto.”

About Post Author

Skip to content