« Torna indietro

mare

Come organizzare al meglio le Ferie nel 2022

Pubblicato il 15 Giugno, 2022

Con l’Estate ormai alle porte, gli italiani stanno organizzando le loro ferie estive dal lavoro, tenendo conto di festività e ponti che possono garantire un periodo di pausa maggiore senza “sprecare” giorni rispetto a quelli a disposizione. E proprio in quest’ottica, come ogni anno, molti sono i lavoratori che preferiscono rinunciare alle vacanze in questo periodo, per concedersi le ferie in autunno o inverno, sfruttando al meglio il calendario e risparmiando anche denaro decidendo di partire in bassa stagione. 

Arrivati a giugno, vediamo cosa ci può offrire il secondo semestre del 2022 e le opportunità che possiamo cogliere. 

I ponti e le feste del 2022

Trascorso da poco il ponte del 2 giugno, Festa della Repubblica, che cadendo di giovedì ha permesso a molti di prendersi quattro giorni di vacanza, chiedendo il permesso per il venerdì, la prima occasione per poter organizzare un weekend lungo arriva il 29 giugno prossimo, festa di San Pietro e Paolo. Ovviamente tale circostanza riguarda solo i lavoratori romani, essendo il giorno dei due Santi Patroni, è cade di mercoledì, con la possibilità di far partire la vacanza dal sabato precedente, prendendo le ferie lunedì e martedì, o agganciandosi al weekend successivo, con giovedì e venerdì, tornando al lavoro addirittura il 4 luglio.

Il settimo mese dell’anno, purtroppo, non prevede festività rilevanti e, a meno che non sia il periodo in cui abbiamo scelto di trascorrere le ferie, non esistono occasioni per “risparmiare” qualche giorno. Ad agosto, come di consueto, si festeggerà il Ferragosto il 15, che quest’anno cade di Lunedì.

Anche Settembre è avaro di giorni festivi e solitamente rappresenta il periodo di ritorno a lavoro, fatta eccezione per coloro che hanno continuato ad agosto e sono pronti a meritarsi il riposo, lontani dalla calca di agosto.

Per ritrovare un potenziale ponte dobbiamo arrivare al Primo Novembre, festa di Ognissanti, che venendo di martedì, permette di allungare il weekend precedente, chiedendo il lunedì di ferie. 

E se per i romani la fine di giugno coincide con San Pietro e Paolo, per i milanesi a dicembre c’è la possibilità di sfruttare Sant’Ambrogio, 7 dicembre, in abbinamento con l’Immacolata Concezione dell’8 dicembre, rispettivamente mercoledì e giovedì, e prendersi 5 giorni di pausa, chiedendo solo uno di ferie. 

Natale quest’anno cadrà di domenica, quindi niente da fare. Stesso discorso per il 31 dicembre e il primo gennaio, rispettivamente sabato e domenica.

Perché è importante il Calendario in Azienda

Tenere conto del Calendario annuale all’interno di un’azienda rappresenta un elemento fondamentale sia per i dipendenti che per l’organizzazione stessa. Se infatti da una parte i lavoratori possono avere una visione completa dell’anno in corso e pianificare le ferie e le eventuali assenze, dall’altra l’azienda potrà programmare al meglio le attività da portare avanti e gli obiettivi da raggiungere entro i termini prefissati, tenendo conto dei turni e delle presenze/assenze del proprio capitale umano.

Per questo motivo, a inizio anno, tutte le società mettono a disposizione dei soggetti coinvolti nell’operatività aziendale un calendario (qui puoi scaricare il calendario 2022 da stampare) che deve essere completato dai dipendenti con l’indicazione delle ferie e delle assenze, ed essere visionato da tutti, in primis il reparto delle risorse umane, così che possa coordinare i presenti in un dato momento e distribuire le mansioni da svolgere tra quest’ultimi. 

Molte realtà si affidano al foglio di calcolo excel, ma sono sempre di più le aziende che hanno deciso di implementare un software specifico che tra le sue funzioni, consente anche la compilazione di un calendario in modo completo, facilmente consultabile e modificabile, così da evitare dimenticanze, errori umani che possono creare dei veri e propri ostacoli all’azienda stessa.