« Torna indietro

Controlli a tappeto

Controlli a tappeto su Barra, Ponticelli, Ercolano e San Giorgio. Arresti, denunce e pioggia di contravvenzioni

Nell’ambito di una vasta operazione i carabinieri durante controlli a tappeto tra San Giorgio, Ponticelli, Ercolano e Barra hanno scoperto diverse attività irregolari.

Pubblicato il 3 Luglio, 2020

I carabinieri della Compagnia di Poggioreale, con l’ausilio di quelli del Reggimento Campania e dei Motociclisti del Nucleo Radiomobile di Napoli, hanno effettuato una serie di controlli a tappeto sui quartieri Barra e Ponticelli.

I vari posti di blocco dislocati lungo le strade hanno permesso di arrestare un 35enne di via Stadera, che dovrà scontare 2 anni di detenzione domiciliare per aver effettuato vari furti aggravatu, ed un 31enne di via Miccoli destinatario di un provvedimento emesso dall’autorità giudiziaria per reati in materia di tutela del lavoro, commessi a Bologna, che dovrà scontare 2 mesi di detenzione domiciliare.

Denunciati anche 2 parcheggiatori abusivi in via Santa Maria del Pianto. Inoltre sono state elevate 28 contravvenzioni per un totale di 41.000 euro. 9 auto era prive di assicurazione, 3 persone guidavano lo scooter senza casco, 9 persone guidavano veicoli sottoposti a sequestro amministrativo e 5 persone guidavano senza aver mai conseguito la patente. Altri 2 cittadini sono stati denunciati perché non avevano mai conseguito la patente di guida.

Allo stesso modo i carabinieri della Compagna di Torre del Greco hanno condotto una vasta operazione di controllo finalizzata a contrastare l’illegalità sui territori di San Giorgio a Cremano ed Ercolano.

Per contrabbando illegale di tabacchi è stato arrestato un 72enne di San Giorgio a Cremano, già noto alle forze dell’ordine, e denunciato un 59enne per lo stesso reato.

Ad Ercolano invece è stato arrestato per evasione P.D., 35enne del posto sottoposto agli arresti domiciliari in una comunità terapeutica. Dopo l’udienza presso il Tribunale di Napoli il 25 giugno scorso, l’uomo non è più ritornato alla struttura facendo perdere le sue tracce. Successivamente è stato individuato presso la fermata autobus “Ercolano scavi” ed arrestato in attesa di giudizio.