« Torna indietro

Covid: Iss, ‘Vaccinati morti erano iperfragili, anziani e pluripatologici’

I deceduti per Covid che avevano completato il ciclo vaccinale avevano un’età media più alta (85,5 contro 78,3) rispetto ai non immunizzati, e anche il numero medio di patologie osservate è notevolmente più alto. Lo afferma l’Istituto superiore di sanità, basandosi sull’analisi di un campione di 671 cartelle cliniche relative a decessi avvenuti dall’1 febbraio al 5 ottobre. E’ stata riscontrata un’alta presenza di patologie cardiache, demenza e tumori. Dai risultati osservati, sottolinea Graziano Onder, direttore del dipartimento di Malattie cardiovascolari, endocrino-metaboliche e invecchiamento dell’Iss “è possibile ipotizzare che i pazienti molto anziani e con numerose patologie possono avere una ridotta risposta immunitaria e pertanto essere suscettibili all’infezione da Sars-CoV-2 e alle sue complicanze pur essendo stati vaccinati. Queste persone molto fragili e con una ridotta risposta immunitaria, sono quelle che possono maggiormente beneficiare di una ampia copertura vaccinale dell’intera popolazione in quanto ciò riduce ulteriormente il rischio di infezione. Ridurre la circolazione del virus è il miglior modo per proteggerli“.

x