« Torna indietro

COVID-ITALIA Nuovo record negativo dei contagi. Le regioni più colpite: LOMBARDIA, VENETO, PIEMONTE, CAMPANIA

Altro record (negativo) di contagi ieri, con le 36.293 persone risultate positive in sole 24 ore. A fronte di 779.303 tamponi effettuati

Pubblicato il 2 Gennaio, 2022

Ecco i dati di oggi giovedì 23 dicembre 2021 sulla diffusione del coronavirus in Italia: i nuovi contagi, gli ingressi in terapia intensiva, i morti, i tamponi effettuati, il tasso di positività, le Regioni più colpite e le dosi di vaccino anti-Covid somministrate. Qui troverai il bollettino epidemiologico dell’Italia giorno per giorno e la mappa della Protezione Civile.

Ecco i dati di oggi giovedì 23 dicembre 2021 diffusi dal Ministero della Salute nel bollettino quotidiano:

  • 44.595 nuovi contagiati da ieri
  • 168 nuovi decessi da ieri
  • +27.300 persone attualmente positive (il totale è di 430.029)
  • +17.117 nuovi guariti (il totale è di 4.950.780)
  • Le regioni più colpite sono: la Lombardia (12.913), il Veneto (5.023), il Piemonte (4.304) e la Campania (3.599)
  • 107.437.951 dosi di vaccino somministrate in totale
  • 47.910.241 persone con almeno una dose: si tratta dell’88,71% della popolazione over 12
  • 46.173.182 persone con almeno due dosi e che hanno quindi completato il ciclo vaccinale: si tratta dell’85,49% della popolazione over 12
  • 16.363.488 persone che hanno effettuato anche la terza dose di richiamo: si tratta del 52,78 % della popolazione potenzialmente oggetto di dose addizionale o booster che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi
  • 901.450 tamponi effettuati (tra antigenici e molecolari)
  • Tasso di positività: 4,9%
  • +178 persone ricoverate con sintomi (il totale è di 8.722)
  • +13 persone ricoverate in terapia intensiva (gli ingressi giornalieri sono stati 93, il totale è di 1.023)
  • +27.109 persone in isolamento domiciliare (il totale è di 429.284)

Alle 08:36 del 23/12 il totale delle vaccinazioni è 107.437.951.
Il totale delle persone a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino è 43.035.319.

Altro record (negativo) di contagi ieri, con le 36.293 persone risultate positive in sole 24 ore. A fronte di 779.303 tamponi effettuati, il tasso di positività è salito al 4,7%, i decessi invece sono stati 146. È chiaro dunque che la curva continua a salire e anche in fretta, per questo è convocata per oggi una cabina di regia per valutare l’introduzione di nuove misure ad hoc per le Feste.

Tra i numeri in aumento ci sono anche quelli dei ricoveri con sintomi, che con il +163 di ieri arrivano a un totale di 8.544 persone ospedalizzate, e soprattutto quelli delle terapie intensive: sebbene il piccolissimo calo (-2) di ieri, siamo comunque oltre la soglia di 1000 persone ricoverate (siamo a 1010).

Il vaccino, lo scudo più forte che abbiamo contro il virus, intanto procede a buoni ritmi. Ieri erano 47.886.817 le persone con almeno una dose (l’88,66% della popolazione over 12), 46.145.430 quelle che con due dosi hanno quindi completato il ciclo primario (buon dato visto che siamo all’85,44% della popolazione over 12) e 15.866.554 le persone invece che hanno effettuato anche la terza dose di richiamo (oltre il 50%della popolazione potenzialmente oggetto).

Per quanto riguarda la fascia di bambini tra i 5 e gli 11 anni, la più colpito in questa quarta ondata, sono oltre 122mila le somministrazioni. In più, dopo l’ok di Ema, anche Aifa ha dato il via libera al vaccino Novavax, il quinto ora disponibile nel nostro Paese.

Lo scudo, però, sembra non bastare quindi via a nuove restrizioni. Sul tavolo del Governo ci sarebbe l’introduzione dell’obbligo di mascherine all’aperto, la riduzione del tempo tra la seconda e la terza dose da 5 a 4 mesi, se non addirittura a 3 come succede già nel Regno Unito e quindi il taglio della validità del Green pass rafforzato a soli 6 mesi. Si valuta anche la necessità di un tampone negativo nelle 24 ore precedenti per chi con solo due dosi vuole partecipare a feste o andare in discoteca e anche l’obbligo vaccinale