« Torna indietro

Ecce Homo a Ragusa, presentato ieri sera il restauro della Madonna del Rosario. I festeggiamenti continuano

Ha riacquistato il suo incarnato naturale, così come ai tempi della sua creazione, la statua della Madonna del Rosario che tiene in braccio il bambin Gesù e che fa parte del trittico del simulacro portato in processione in occasione della festa che anima il quartiere dell’Ecce Homo. Solo che quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, la processione, così come l’anno scorso, è saltata. Occasione utile per effettuare il restauro della statua. I cui particolari sono stati illustrati ieri sera nel corso di un appuntamento a cui hanno partecipato il direttore dell’ufficio diocesano per i Beni culturali, il sacerdote Giuseppe Antoci, con le restauratrici Susanna Stampanoni e Sissi Burtone che ben conoscevano le condizioni del simulacro. L’iniziativa nel contesto delle celebrazioni tuttora in corso nella parrocchia del centro storico.

Tutto è partito nei mesi scorsi dopo la prematura scomparsa, nel gennaio scorso, di Salvatore Antoci, devoto della Madonna del Rosario. La famiglia, in memoria del proprio congiunto, ha chiesto che si facesse questo intervento di restauro con una parte dei soldi dati in beneficenza dopo la scomparsa di Antoci. L’ufficio per i Beni culturali della diocesi ha chiesto l’autorizzazione a intervenire alla Soprintendenza di Ragusa presentando un progetto di restauro firmato da Sebastiano Patanè. Dopo l’ok, a intervenire sono state Stampanoni e Burtone riportando la statua ai colori originari, lavorando anche sull’oro zecchino e sull’argento dove poggia la statua.

E’ stata tolta la raggiera originaria che creava problemi di lesioni nei confronti della statua essendo di metallo (si sta pensando di crearne una di legno). Ma soprattutto il viso della Madonna e di Gesù Bambino sono ritornati agli antichi splendori, così come li aveva creati l’artista di cui però non si conosce il nome. Alla cifra di beneficenza, si sono aggiunte le offerte di vari fedeli della comunità. I festeggiamenti intanto proseguono. Oggi, è la giornata dei giovani. Alle 20,30 è in programma un incontro di preghiera proprio con i giovani guidato dal reverendo don Maurizio Di Maria. Quindi, si arriva al giorno di festa vero e proprio, quello di domenica 10 ottobre. Sarà celebrata la Giornata delle famiglie. Le sante messe sono in programma alle 9, alle 11 e alle 18,30. Prosegue, altresì, in questi giorni l’azione di pulizia straordinaria portata avanti sul territorio parrocchiale dall’impresa ecologica Busso Sebastiano per fare in modo che i luoghi interessati dalle celebrazioni possano presentarsi nella maniera più decorosa possibile.

x