« Torna indietro

False vaccinazioni anti-Covid all’hub di Capodimonte, arrestata un’operatrice sanitaria

La donna, con la complicità di due persone, simulava l’iniezione del vaccino in cambio di 150 euro.

Pubblicato il 18 Marzo, 2022

Un’operatrice sanitaria è stata arrestata con l’accusa di aver simulato la somministrazione del vaccino anti-Covid nell’hub vaccinale di Capodimonte a Napoli in cambio di denaro.

Secondo le accuse, proprio lei avrebbe indirizzato un numero indefinito di persone verso il centro vaccinale di Capodimonte per la falsa vaccinazione.

Qui infatti ci sarebbero stati i due complici, già arrestati lo scorso 26 gennaio, che appunto avrebbero simulato l’inoculazione del vaccino. Il tutto alla modica cifra di 150 euro per ogni falsa vaccinazione.

Conclusa l’operazione, veniva poi rilasciato il Green Pass, anche se le persone non erano vaccinate.

Su richiesta della Procura di Napoli Nord, la donna è quindi stata arrestata dai carabinieri del Nas, che hanno dato esecuzione ad una misura di custodia cautelare in carcere, con il beneficio dei domiciliari.

Nei confronti della donna l’accusa è di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato e falso in atto pubblico.