« Torna indietro

Amelia Zito

Genova, Amelia Zito: guarita dalla Covid-19 a 108 anni

Genova, Amelia Zito: guarita dalla Covid-19 a 108 anni

Genova – Quando è nata Amelia Zito, l’influenza Spagnola e la Prima Guerra Mondiale, che avrebbero decimato l’Europa, non esistevano ancora. Era il 1912. Al governo del Regno d’Italia, Giovanni Giolitti.

Amelia Zito, genovese, ha compiuto 108 anni il 30 giugno, non avrebbe mai immaginato di trovarsi a vivere, sulla propria pelle, da aprile, una pandemia di Covid-19 che, peraltro, ha sconfitto dopo diversi tamponi che continuavano a segnalare una lieve infezione. Senza particolari sintomi, però. Nè avrebbe mai immaginato di festeggiare un altro compleanno. Infatti, la notizia è stata data dai parenti e dai gestori della Rsa, solo ieri, in via prudenziale.

Ed è subito stata una gran festa per lei nella rsa Valpolcevera di Genova, in cui risiede da quando ha festeggiato il traguardo dei 100. Il gestore della residenza Ubaldo Borchi svela che ad ogni compleanno si è cercato di esaudire la richiesta di regali ‘speciali’ di Amelia.

Amelia Zito: il racconto del gestore della residenza Ubaldo Borchi

«Abbiamo assecondato ogni suo volere – racconta Borchi – come quel compleanno dei 103, quando aveva chiesto di salire in moto e fare un giro per Pontedecimo o quello dei 105, quando per regalo aveva voluto fare un giro in trattore. Fino ad arrivare ai 106 quando alla residenza è andato il sindaco Marco Bucci a farle gli auguri e imboccarla per mangiare la torta».

Amelia Zito: dicono di lei

Laureata in Medicina, ostetrica e ginecologa, una grande lavoratrice, ha fatto nascere oltre 4.000 bambini e molti parti gemellari. E’ stata sposata e ha avuto cinque figli, rimpiangendo solo il fatto di essere loro sopravvissuta. Ha ricevuto la Medaglia d’Oro al Lavoro dal Comune di Siderno. Ama il ballo e finché ha potuto è andata nella sua casa di Chianciano dove incontrava spesso le sue amiche più care, tra cui le allora giovanissime Orietta Berti, di trent’anni più giovane, e Gigliola Cinquetti. Il suo segreto? La cura di sé, la dieta mediterranea e la semplicità. “Sono Amelia…”- così si presenta a chiunque vada a farle visita.

Già tra le due guerre mondiali Amelia era una donna «all’avanguardia», secondo Borchi: «Guidava l’auto e andava in moto. E le vacanze le faceva negli Stati Uniti».

Ad Amelia, la nonna più longeva d’Italia che a 108 anni, vanno gli auguri della redazione.

Skip to content