« Torna indietro

skytram genova

Genova: ecco il progetto dello Skytram per la città

Genova – Sei chilometri e mezzo a doppio senso di marcia, 8 stazioni tra Brignole e Molassana, 11 minuti per coprire tutta la vallata, 5 mila passeggeri all’ora. Tutto per circa 580 milioni di euro, per il cui finanziamento il Comune di Genova spera nei bandi del Mit e nel Recovery fund.

Genova: il progetto dello Skytram

Il progetto di Alstom-Itinera-Meridiam, approvato dalla giunta comunale con una delibera e che sarà oggetto di un bando a evidenza pubblica una volta che sarà reperito il finanziamento, è stato presentato questa mattina a palazzo Tursi. “Un’ottima notizia per la città – ha detto il sindaco Marco Bucci – Questo progetto, insieme al sistema dei quattro assi filobus, people mover di Erzelli e potenziamento della linea di Rfi permetterà di collegare la città a emissioni zero”.
Il Comune parteciperà il 15 gennaio a un bando del Mit legato al Recovery fund per ottenere il finanziamento necessario e punterà a una seconda call per un eventuale prolungamento dello Skytram. “La possibilità di estensione fino a Prato e verso la Foce – spiega Enrico Musso, coordinatore della Mobilita urbana sostenibile per il Comune – è un altro punto di forza di questa proposta”.
Lo Skytram avrà un sistema di guida automatizzato e sarà gestito da una “società veicolo – spiega l’amministratore unico di Amt Marco Beltrami – per cui sarà possibile utilizzare lo Skytram con gli stessi titoli di viaggio Amt”. I piloni dell’infrastruttura, in calcestruzzo, saranno collocati a 31 metri l’uno dall’altro e non saranno in alveo del torrente ma sul marciapiede a ridosso dell’argine. Questo dovrebbe evitare le problematiche legate al piano di bacino.
“Inoltre l’impatto visivo in altezza – precisa l’assessore alla Mobilità Matteo Campora – sarà mitigato dall’esistenza di un terzo binario di alimentazione che eviterà l’installazione di una linea elettrica aerea”.

Genova: la stima dei tempi del primo cittadino

Ancora incerti i tempi dell’opera, ma si parla di quattro anni e nove mesi di cantieri. A questo proposito, infatti, il sindaco Marco Bucci auspica “lavori rapidi, quello che è certo è che saranno applicate le stesse regole di ponte San Giorgio perché la città ha bisogno dello Skytram”. 

x