« Torna indietro

Amt testa il bus a idrogeno, 2 giorni per capire se sarà il mezzo del futuro

 Amt testa dal 23 al 25 novembre il primo bus a idrogeno sulle strade genovesi.

Si tratta del modello New Urbino 12 Hydrogen di Solaris, 12 metri di lunghezza per 2,5 metri di larghezza, con cella a combustibile.

Se la cella a combustibile produce più energia di quella che serve alla trazione, viene immagazzinata nelle batterie tampone, se invece la cella a combustibile produce meno energia di quella che serve alla trazione, assorbe energia anche dalla batteria tampone. Il bus possiede un sistema di ricarica delle batterie di tipo Plug-in che consente la ricarica anche attraverso un caricatore esterno. L’autonomia è di 350 km. Il New Urbino è bus totalmente eco sostenibile grazie alla tecnologia delle celle a combustibile a zero emissioni inquinanti.


“L’elettrico per Amt è già il presente ed è il futuro in ambito urbano. Vogliamo ora capire le potenzialità dell’idrogeno – dichiara Marco Beltrami, Presidente di Amt – Ci poniamo il problema di un’alimentazione non inquinante per le medie e lunghe distanze e vogliamo capire se l’idrogeno possa essere la scelta giusta”.


L’obiettivo delle sperimentazioni di AMT è di testare tutte le tecnologie green per il trasporto pubblico sia in uso che di prossima uscita sui mercati per verificare concretamente le performance nel contesto della mobilità urbana genovese e disporre di elementi decisionali per gli sviluppi futuri.


Nelle giornate del 23 e 24 novembre il bus circolerà a Genova sui percorsi serviti dalle linee da 12 metri, mentre il 25 novembre il mezzo sarà in prova sul territorio del Levante, tra Recco e Rapallo.

x