« Torna indietro

Germania: Bayern Monaco riduce stipendi a calciatori non vaccinati

Il Bayern Monaco ha deciso di ridurre gli stipendi ai calciatori non vaccinati contro il Covid-19 e posti in isolamento, come Joshua Kimmich, in quarantena dopo essere entrato in contatto con persone contagiate. Lo scrive il settimanale tedesco Bild am Sonntag. Kimmich, 26 anni, e’ stato messo in isolamento per la seconda volta venerdi’ a causa di una nuova esposizione al Coronavirus. Martedi’ era appena uscito dalla quarantena dopo essere entrato in contatto con il compagno di squadra Niklas Suele, risultato positivo la scorsa settimana. Secondo quanto riferito dal settimanale tedesco, i dirigenti del Bayern hanno informato Kimmich e quattro compagni di squadra che i loro stipendi saranno ridotti se posti in isolamento. Serge Gnabry, Jamal Musiala, Eric Maxim Choupo-Moting e Michael Cuisance, sono gli altri giocatori bavaresi che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino, secondo la Bild. Il Bayern, che e’ stato sconfitto venerdi’ – senza Kimmich – ad Augusta (2-1) nell’anticipo della 12/a giornata della Bundesliga, non ha voluto commentare. Il caso del nazionale tedesco Kimmich (64 presenze), che ha scelto di non farsi vaccinare per “motivi personali”, ha acceso il dibattito in Germania, di fronte a una nuova ondata di epidemia da Covid-19. 

x