« Torna indietro

Gli abitanti della pianura di Sezze si organizzano per contrastare il fenomeno dei furti

I cittadini di varie strade della pianura di Sezze si sono riuniti in un comitato e si sono organizzati per pattugliare, di notte, le strade nel tentativo di scoraggiare i male intenzionati

Pubblicato il 6 Dicembre, 2023

Hanno deciso di riunirsi in un comitato alcuni dei cittadini a Sezze Scalo. Nella fattispecie, i residenti delle vie Murillo I e II tratto, via Turricella I e II parallela, Via Archi San Lidano, Via Nuova I e II parallela, Via Casa di Piano, Via Fontana Acque Vive, Via Maina, Via del Pesce “rivendicano il diritto – si legge in una nota – di vivere nella tranquillità in questo periodo turbato da continue scorribande da parte di ignoti dediti a furti e danneggiamenti di ogni genere”.

L’episodio che ha fatto scattare la decisione è quanto accaduto la sera del primo dicembre. Verso le 19 era scattato l’allarme presso un magazzino edile della zona. Nonostante l’intervento sul posto di molte persone ed anche dei carabinieri, una volta calmate le acque, circa due ore dopo, i soliti ignoti tornavano sul posto per rubare gasolio e bombole di gas.

Erano alcuni cittadini che riuscivano a bloccare un’auto, risultata poi rubata, con a bordo un individuo che però riusciva a fuggire attraverso le campagne. “Noi cittadini – continua la nota del comitato – siamo stufi di subire questo disagio. Chiediamo al sindaco di attivarsi per garantire il diritto sacrosanto di vivere in tranquillità senza essere obbligati a lavorare il giorno e vigilare la notte”.

Nella nota, dopo l’appello alle autorità cittadine, si fa anche cenno al fatto che i promotori del comitato sono pronti a stringere accordi con Istituti Privati di Vigilanza, come accade già in alcuni comuni del nord, affidando a loro il controllo del territorio.

“La misura è colma – si conclude la nota – e oltre non si può tollerare, soffriamo già il forte disagio di abbandono con l’ordinaria manutenzione della pianura, le condizioni delle arterie stradali sono un pianto amaro eppure le tasse le paghiamo”.

In attesa di risposte dalle istituzioni preposte, continuano le passeggiate serali con i cittadini che sperano, con la loro presenza in giro per le strade della pianura, di scoraggiare eventuali male intenzionati.

About Post Author

Skip to content