« Torna indietro

Il Catania comincia con il botto: Lodi e Sarao piegano il Ragusa nel primo tempo

Allo stadio Aldo Campo di Ragusa i nuovi rossazzurri mostrano cinismo mettendo il risultato al sicuro già nella prima frazione di gioco.

Pubblicato il 18 Settembre, 2022

Comincia benissimo il nuovo campionato del Catania. Gli uomini di Giovanni Ferraro chiudono la pratica allo stadio Aldo Campo di Ragusa nel primo tempo grazie a un calcio di punizione di Lodi e a un bel tiro da fuori area di Sarao. Qualche distrazione di troppo in fase difensiva è stata sempre ben corretta dagli etnei, che non hanno corso particolari rischi.

Ferraro schiera un 4-3-3 con la novità Chiarella assieme a Sarao e De Luca in attacco. Raciti, tecnico degli iblei, si affida a un 3-5-2 con Catalano e Randis nel ruolo di punte.

PRIMO TEMPO

La gara inizia con un minuto di silenzio per le vittime del maltempo nelle Marche. I padroni di casa giocano con la maglia blu con inserti bianchi, mentre gli etnei indossano la maglia bianca con inserti rossazzurri. Passano solo poco più di trenta secondi e Lorenzini rimane a terra per un botta al naso. I sanitari entrano in campo e medicano il difensore rossazzurro per qualche minuto a bordo campo.

Al 3′ Castellini prova il cross in area, ma la difesa degli iblei si salva. Al 5′ minuto piccola rissa a centrocampo fra Diallo e Lodi dopo un contrasto per il quale viene ammonito Sarao. Due minuti dopo i rossazzurri passano in vantaggio: Lodi calcia una punizione dopo un fallo di Meola su Rapisarda e lo spiovente dalla fascia destra non lascia scampo a Lumia. 0-1.

I padroni di casa provano a reagire, ma al 9′ un allungo sulla loro fascia destra si spegne sul fondo. All’11’ Lumia però deve spazzare con qualche difficoltà sotto pressione. Lo stesso portiere al 13′ deve spazzare con i pugni un calcio d’angolo. Al 14′ Meola anticipa Castellini lanciato sulla fascia sinistra. Il primo vero affondo dei padroni di casa è al 16′, quando Diallo tenta un mezzo tiro al volo dopo un corner, ma il suo tiro termina alto.

Al 21′ Lumia smanaccia non senza difficoltà uno spiovente in area. Sull’altro fronte Cess prova il tiro, ma è debole grazie anche alla marcatura di Lorenzini e Bethers blocca a terra senza problemi. Due minuti dopo lo stesso Cess viene anticipato in area. Ma al 26′ arriva il raddoppio degli ospiti: Sarao riceve palla da De Luca dopo un disimpegno errato della difesa degli iblei e sferra un gran tiro da fuori area che insacca alle spalle di Lumia. 0-2.

Al 31′ la difesa rossazzurra spazza senza problemi un calcio di punizione. Al 34′ Bethers smanaccia uno spiovente e sul proseguo dell’azione gli avanti iblei sprecano. Al 35′ il portiere rossazzurro si deve ripetere due volte, prima su un colpo di testa e poi su un ribattuta di piede, dopo un calcio di punizione. Sul rovesciamento di fronte Lumia al 38′ respinge un calcio di punizione di Lodi. In seguito Castellini serve De Luca in area dopo un’incursione sulla fascia sinistra, ma il numero 11 spara alto.

Al 40′ Randis ci prova dal limite dell’area, ma il suo tiro termina fuori. Al 43′ Diallo viene fermato in area e sul contropiede De Luca tira debolmente favorendo la presa di Lumia. Al secondo dei due minuti di recupero Vitale tenta la schiacciata di testa, ma colpisce la traversa e il primo tempo si conclude con il Catania in vantaggio per due reti a zero.

SECONDO TEMPO

A inizio ripresa Lodi viene fermato in fuorigioco. I padroni di casa provano a dettare i ritmi, ma senza pungere. Al 50′ anzi Lumia deve mettere in corner un colpo di testa. Sugli sviluppi però i giocatori etnei commettono fallo e l’azione sfuma. Al 55′ Chiarella prova un diagonale, ma Lumia para e sull’azione seguente Lodi crossa per Sarao, che però mancata l’aggancio vincente.

Al 58′ ci prova Catalano su punizione, ma Bethers blocca senza problemi. Sul rovesciamento di fronte Lumia respinge un diagonale di Sarao e Russotto sulla ribattuta spara alto. Al 61′ brivido per rossazzurri con Catalano, che supera Bethers in uscita, ma che trova la respinta della difesa rossazzurra. Nei minuti seguenti la retroguardia rossazzurra si salva su un corner.

Al 69′ Russotto serve Chiarella in area, ma il tiro quasi a tu per tu con Lumia termina alto. Ferraro cambia mettendo Palermo e Litteri al posto di Rizzo e Sarao. Al 76′ proprio Litteri ci prova in diagonale, ma la palla termina di poco fuori. Quattro minuti più tardi Lorenzini respinge un corner e sull’azione seguente Grasso ci prova da lontano, ma il pallone termina alto. All’81’ la difesa iblea chiude su Litteri ben lanciato in area di rigore.

Tre minuti dopo Bethers blocca a terra un tiro insidioso dalla fascia destra. Nel primo dei quattro minuti di recupero Castellini prova un diagonale, ma il pallone termina alto. Al terzo minuto Litteri viene chiuso in corner da un difensore. Al triplice fischio il Catania inizia nel migliore dei modi questo campionato di Serie D espugnando lo stadio Aldo Campo di Ragusa per due reti a zero.

IL TABELLINO

Ragusa (3-5-2): Lumia; Falla, Diallo, Pertosa; Messina, Cess, Valenca, Meola, Cacciola; Catalano, Randis. Allenatore Filippo Raciti

Catania (4-3-3): Bethers; Rapisarda, Somma, Lorenzini, Castellini; Rizzo, Lodi, Vitale; Chiarella, Sarao, De Luca. Allenatore Giovanni Ferraro.

Marcatori: 7′ Lodi (C), 26′ Sarao (C),

Ammoniti: 5′ Sarao (C), 14′ Cess (R), 29′ Chiarella (C), 32′ De Luca (C), 49′ Diallo (R), 87′ Iseppon (R)

Sostituzioni Ragusa: 46′ Messina/Fichera, 49 Randis/Varela, 59′ Cacciola/Grasso, 66′ Meola/Barbara, 68′ Bertosa/Iseppon

Sostituzioni Catania: 53′ De Luca/Andrea Russotto, 69′ Rizzo/Palermo, 73′ Sarao/Litteri, 77′ Chiarella/Chinnici,

Recupero: 2′ 1T, 4′ 2T

Arbitro: Leonardo Di Mario di Ciampino

Skip to content