« Torna indietro

Il cordoglio di Toni Capuozzo per la morte di Edy Ongaro: “Riposi in pace, lui e la sua coerenza”

Pubblicato il 1 Aprile, 2022

In un lungo post dedicato alla guerra in Ucraina, Toni Capuozzo ricorda Edy Ongaro, il miliziano italiano caduto ieri in combattimento in Donbass. Da sette anni Ongaro, andato via dall’Italia dopo essere stato implicato in una rissa in un bar di Portogruaro, combatteva (volontariamente e senza alcuna retribuzione) tra le file dei secessionisti filorussi, nella brigata internazionale antifascista: “La notizia che più mi ha colpito – scrive l’ex inviato di guerra – è stata la morte, in combattimento, di Edy Ongaro. Quarantasei anni, da Portogruaro, era inquadrato in una brigata internazionale a fianco dei secessionisti del Donbass, il territorio conteso tra russi e ucraini. Seguivo il suo profilo, qui su FB, anche se da tempo era chiaro che avesse altre cose da fare. Era un comunista vecchio stampo, che non negava le foibe, e piuttosto ne faceva una gloria della giustizia proletaria. Riposi in pace, lui e la sua coerenza, che rivelano la grande confusione tra i cuori generosi e smarriti delle destre e delle sinistre più eccitabili. Leggo accuse taglienti tra camerati e tra compagni, e mi sembrano – conclude Capuozzo – gli spasimi moribondi delle ideologie del ‘900″.

x