« Torna indietro

Senza categoria

Il ritorno della Piazzola, il mercato storico di Bologna

Il ritorno della Piazzola, il mercato storico di Bologna, dopo i mesi di lockdown. La città riacquista un altro pezzo di normalità questo weekend.

Pubblicato il 7 Giugno 2020

Il ritorno della Piazzola, il mercato storico di Bologna, dopo i mesi di lockdown. La città riacquista un altro pezzo di normalità questo weekend. 

Nel parco della Montagnola e nella piazza VIII Agosto, dove già nel 1251 si allestiva il mercato del bestiame, ogni venerdì e sabato (dall’alba al tramonto) c’è uno dei mercati settimanale fra i più particolari d’Italia e dichiarato Mercato Storico dell’Emilia-Romagna: la Piazzola. Un brulicare di persone, in vendita oggetti di ogni sorta, scarpe e vestiti per tutti i gusti e per tutte le tasche con oltre 400 bancarelle disseminate tra le due aree.  Suoni, lingue, odori e sensazioni che si mescolano da secoli. Più che una semplice esperienza d’acquisto, una vera e propria esperienza sensoriale per i bolognesi e i turisti che lo frequentavano. 

Venerdì 5 giugno e sabato 6 giugno 2020 sono stati i giorni della riapertura dela Piazzola. Le persone hanno risposto bene alle nuove ‘regole’ imposte dalla pandemia, tutti con la mascherina cercando il più possibile di mantenere la distanza anche il sabato che di solito è il giorno che vede la ‘ressa’ maggiore.

Piazza VIII Agosto – La Piazzola

Sabato, in particolare, ho chiesto a diversi venditori di tracciarmi un bilancio di questo weekend di Piazzola, la risposta è stata quasi unanime: un bilancio positivo, si è lavorato bene, le persone hanno rispettato le regole, per i turisti credono sia ancora presto. Ho chiesto anche ai frequentatori del mercato se hanno notato aumenti dei prezzi: sono rimasti gli stessi, mi hanno risposto in gran numero, alcuni invece, qualche piccolo aumento l’hanno riscontrato. 

La pandemia COVID-19 ha cambiato abitudini e volti de la Piazzola.  Sono stati creati diversi punti di accesso sorvegliati per garantire la sicurezza e gestire i flussi in entrata in uscita. I marciapiedi per raggiungere la Montagnola e i Piazza VIII Agosto sono sgombri privi di bancarelle. Numero ridotto di bancarelle per consentire il distanziamento, guanti e mascherine per venditori ed acquirenti, dispenser di gel igienizzanti, messaggi per ricordare le buone prassi. 

Piazza VIII Agosto – Bancarelle al tempo del COVID-19

Dopo averlo attraversato in questi due giorni, posso dire che siamo ancora lontani dai grandi numeri del mercato di un tempo. Un po’ di malinconia c’è per un passato fatto di ‘lotte’ all’ultima occasione, di contatto tra persone, contatto con gli oggetti ma è giusto ripartire nella piena sicurezza di tutti e ridare un ulteriore slancio all’economia dei singoli e della città.  

Nonostante tutto però il mercato storico di Bologna resiste al tempo e al cambiamento ritornando ad essere uno degli appuntamenti settimanali più attesi dalla città.