« Torna indietro

Sezze, la giunta incontra l’associazione degli ex consiglieri comunali

Pubblicato il 19 Gennaio, 2022

Primi contatti tra la nuova amministrazione comunale e l’associazione degli ex consiglieri di Sezze. Nei giorni scorsi, infatti, sindaco e parte della giunta hanno incontrato una delegazione del sodalizio presieduto dall’ex consigliere comunale Luigi Ottaviani, proprio su richiesta dell’associazione degli ex amministratori della città.

Il luogo scelto per la riunione è stato la sala Ercole all’interno del museo archeologico di Largo Buozzi e nel corso dell’incontro sono stati affrontati diversi temi, suggeriti proprio dai membri dell’associazione, tra i quali la legge regionale 112/2016 (Dopo di Noi), ma anche la possibilità di costituire un Albo dei Talenti e l’eventuale istituzione del difensore civico.

La riunione, presieduta dal presidente Luigi Ottaviani, è stata animata da spirito di collaborazione tra i componenti delle storiche amministrazioni che si sono man mano succedute negli anni in città e l’amministrazione attuale, rappresentata dal sindaco Lidano Lucidi e dagli assessori Michela Capuccilli, Lola Fernandez e Pietro Bernabei, ha ascoltato le proposte e le idee degli ex consiglieri esprimendo anche loro idee e opinioni.

Soddisfazione al termine di questo primo incontro, cui sicuramente ne seguiranno altri, è stata espressa dal vicesindaco di Sezze, Michela Capuccilli, che ha dichiarato: “Ho accolto fin da subito, con molto entusiasmo e curiosità, l’invito dell’associazione degli ex consiglieri comunali di Sezze, che ringrazio, certa che sarebbe stato motivo di scambio di informazioni e che la loro esperienza e passione potesse indubbiamente arricchirmi e dare importanti spunti alla nuova amministrazione della città. L’incontro – ha concluso il vicesindaco – è stato proficuo e auspico che si possa stabilire periodicamente un contatto tra noi e chi ha amministrato Sezze negli anni passati, riconoscendo ai componenti dell’associazione degli ex consiglieri comunali il valore e la memoria storica che va assolutamente tramandata alle nuove generazioni politiche, finalizzata a stabilire una collaborazione tra le parti”.

Skip to content