« Torna indietro

Inter: Inzaghi, ‘Vinta partita non semplice, ora pensiamo allo Sheriff’

“Non era una partita semplice, l’Udinese è una squadra molto fisica e ben organizzata, che ha impensierito tutte le sue avversarie – ha commentato Simone Inzaghi al termine del match -. C’è stato poco per preparare questa gara, ma abbiamo vinto meritatamente, con pazienza e con l’aiuto di tutti: di chi è partito titolare e dei ragazzi che sono subentrati. Abbiamo conquistato due vittorie consecutive senza prendere gol e dobbiamo andare avanti su questa strada. Correa? Nel primo tempo ‘Tucu’ ha fatto quello che gli avevo chiesto, poi può capitare di sbagliare qualche scelta. È un giocatore che conosco bene, di grandissima qualità, è una risorsa importante per noi, così come gli altri attaccanti. Abbiamo bisogno di tutti perché ormai con cinque cambi e con un calendario così fitto i cambi sono diventati quasi più importanti della formazione iniziale. Avremmo potuto raccogliere qualche punto in più, ma spesso le partite sono frutto di episodi, l’abbiamo visto con la Juventus, con quel rigore al 90′. Dobbiamo guardare avanti, ci godiamo questa vittoria dopo di che penseremo alla difficile trasferta di Champions, cercando di recuperare al massimo le energie fisiche e mentali. Saranno due gare importantissime, ma prima abbiamo un’altra sfida di Champions ancora più importante. Dovremo essere bravi a ragionare di partita in partita. Clean sheet? Non abbiamo rischiato quasi nulla, abbiamo dei difensori molto forti, ma l’equilibrio dipende da tutta la squadra. Siamo il miglior attacco, ma abbiamo tutte le carte in regola per diventare anche la migliore difesa”. Quindi, sull’appuntamento di Champions con lo Sheriff: “A livello logistico non è una trasferta semplice e troveremo una squadra che ha battuto sia Shakhtar Donetsk sia Real Madrid. Ci hanno creato difficoltà anche qui a San Siro ma siamo stati bravi a ottenere i tre punti e dovremo fare una partita da Inter anche sul loro campo perché non sarà semplice”. Infine, sul rinnovo di Lautaro, Inzaghi ha concluso: “Ho la fortuna di avere una società forte alle spalle, che mi aiuta in tutto. Il rinnovo di Lautaro è importantissimo, adesso aspettiamo anche quello di Barella e Brozovic. Marotta, Ausilio e Baccin sono sempre al mio fianco per aiutarmi, siamo tutti uniti e andiamo in un’unica direzione. Quando c’è una società forte, il lavoro di un allenatore è sicuramente più semplice”.

x