« Torna indietro

Ischia, identificate 7 vittime, ancora 5 i dispersi. La Procura ha aperto un’inchiesta

È salito a 7 il numero delle vittime identificate della frana che ha travolto Ischia all’alba di sabato, mentre continua senza sosta il lavoro dei soccorritori per rintracciare le altre 5 persone ancora disperse.. Tra i corpi ritrovati nel fango che ha travolto Casamicciola, ci sono anche quelli di un neonato di 21 giorni, due bambini e una donna anziana, Le ricerche nelle scorse ore si sono concentrate in via Celario,

Pubblicato il 28 Novembre, 2022

È salito a 7 il numero delle vittime identificate della frana che ha travolto Ischia all’alba di sabato, mentre continua senza sosta il lavoro dei soccorritori per rintracciare le altre 5 persone ancora disperse.. Tra i corpi ritrovati nel fango che ha travolto Casamicciola, ci sono anche quelli di un neonato di 21 giorni, due bambini e una donna anziana, Le ricerche nelle scorse ore si sono concentrate in via Celario, la strada nella quale si è riversata la massa di acqua, fango, massi che si è staccata dal Monte Epomeo. Stamattina i sommozzatori sono tornati a cercare anche nello specchio di mare antistante l’Isola “per verificare se c’è qualcuno nelle auto trascinate” dalla frana.

Secondo Secondo il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, i feriti complessivamente sono 5, mentre il numero delle abitazioni coinvolte è salito a 30. Cresciuto anche il numero degli sfollati, arrivati a circa 230. “Per tutti è stata trovata una sistemazione temporanea negli alberghiere o dai parenti”, ha riferito ieri il prefetto, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi in Prefettura a Napoli, dopo aver confermato che le vittime accertate sono fino adesso sette: Eleonora Sirabella, nata a Ischia nel 1991, Francesco Monti, nato a Napoli nel 2011, Maria Teresa Monti, nata a Napoli nel 2016, Maurizio Scotto di Minico, nato a Lacco Ameno nel 1990, Giovanna Mazzella, nata a Lacco Ameno nel 1992, Giovangiuseppe Scotto di Minico, nato ad Avellino nel 2022 e Nikolinca Gancheva Blagova, nata in Bulgaria nel 1964 (58 anni).

Le indagini

Oltre alle ricerche, sull’Isola sono in corso le indagini dei carabinieri dopo che la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo sulla tragedia. L’ipotesi di reato, secondo quanto riporta Il Mattino, è quella di disastro colposo, per il momento senza indagati.

Ieri sono arrivati anche i primi provvedimenti del governo, con la dichiarazione dello stato d’emergenza e un primo stanziamento di 2 milioni di euro.

Skip to content