« Torna indietro

“Istoria dell’assedio di Piombino del 1448”: presentazione del libro di Antonio dell’Agostini

Venerdì 26 novembre alle 17.30 nella Sala Consiliare del Comune di Piombino si terrà la presentazione del libro “Istoria dell’assedio di Piombino del 1448” di Antonio dell’Agostini a cura di Marina Riccucci e Dario Filippi. Parteciperanno alla presentazione anche il sindaco Francesco Ferrari e il vicesindaco Giuliano Parodi, assessore alla Cultura.

L’evento sarà presentato dal professore Rossano Pazzagli e dal professore Simone Collavini, seguirà un dibattito aperto che vedrà gli interventi di molti studiosi di storia locale: sarà possibile inoltre, nel corso dell’incontro, ripercorrere i momenti salienti di questo breve ma significativo capitolo della storia italica e della storia di Piombino del Quattrocento. 

Nel giugno del 1448 il re di Napoli Alfonso d’Aragona mette sotto assedio Piombino, cuore del piccolo Stato degli Appiani dal 1399, governato dal condottiero Rinaldo Orsini, che nel 1440 aveva sposato Caterina Appiani, figlia di Gherardo, primo Signore di Piombino. Per quasi tre mesi, Piombino, strenuamente resistette, sostenuta dalla Firenze dei Medici e i ripetuti attacchi catalani, da terra e da mare, furono sempre respinti. Così il 10 settembre 1448 l’Aragonese si ritira e desiste: i suoi uomini, decimati dalla malaria e da mesi di difficilissimi approvvigionamenti, riprendono insieme a lui la via di Napoli. Una piccola città aveva sconfitto un re potentissimo.

Per partecipare all’evento sarà necessario esibire il Green Pass. Per informazioni e prenotazioni contattare l’ufficio Cultura al numero 0565 63429.

x