« Torna indietro

L’Atalanta perde anche fuori dal campo. Ancora vergognosi insulti razzisti verso Koulibaly, le scuse del sindaco bergamasco (VIDEO)

Nello stadio anche un vergognoso striscione di matrice razzista verso i napoletani.

Pubblicato il 4 Aprile, 2022

Ancora razzismo negli stadi, ancora un episodio grave nei confronti del difensore del Napoli Kalidou Koulibaly. Il giocatore senegalese è stato preso di mira da alcuni tifosi dell’Atalanta al momento dell’uscita dal campo. I supporters atalantini lo hanno attaccato con vergognosi insulti razzisti all’uscita del campo.

L’episodio, avvenuto dopo la gara vinta 3-1 dai partenopei, è stato ripreso in un video che ha fatto subito il giro dei social. Insulti anche per Dries Mertens. Il 30enne centrale azzurro era stato vittima, già ad ottobre, di episodi del genere anche a Firenze. In quel caso un tifoso aveva rimediato 5 anni di Daspo per averlo insultato con epiteti di matrice razzista.

La nota di De Giovanni, Ruotolo e Quagliariello

“Non ci siamo. Evidentemente la decisione di chiudere la curva veronese dopo il match con il Napoli non è stata sufficiente. Prima a Bergamo poi a Genova razzisti travestiti da tifosi ultra hanno dato il peggio di sé. Con Kalidou Koulibaly che a Bergamo ha lasciato il campo con il “neo di m*a” e a Genova i tifosi romanisti con “Vesuvio erutta, tutta Napoli è distrutta”.

Non c’entra la goliardia, non c’entra la discriminazione territoriale. È razzismo. Alle autorità del calcio e alla ministra dell’interno Lamorgese chiediamo: identificazione e daspo a vita per i razzisti. Se i cori sono percepiti distintamente in tutti i settori dello stadio se cioè non è una esigua minoranza di tifosi a incitare all’odio razziale, squalifica del campo”. Così in una nota Sandro Ruotolo, Maurizio de Giovanni e Gaetano Quagliariello.

Inoltre, sulla pagina Twitter Participio Partenopeo, è spuntata anche la foto scattata da un tifoso ospite dello stadio sull’inferriata dell’ultimo gradino del settore dedicato con la seguente frase: “Di accogliervi in Italia sono fiero, benvenuti colerosi dal continente nero”.

Le scuse di Giorgio Gori, sindaco di Bergamo

Subito è arrivata la presa di distanza via tweet del sindaco della città orobica, Giorgio Gori: “Che vergogna gli insulti razzisti di alcuni tifosi dell’Atalanta oggi allo stadio. I pochi che hanno urlato non ci rappresentano, ma riescono a farci fare una pessima figura. Le scuse mie e dei bergamaschi sani agli amici del Napoli”.