« Torna indietro

Le segreterie Fim Fiom Uilm hanno incontrato il presidente Eugenio Giani

Pubblicato il 23 Febbraio, 2022

Ieri mattina le segreterie Fim Fiom Uilm hanno incontrato il presidente Eugenio Giani in occasione di una sua visita presso il Comune di Massa Marittima.

Un incontro Importante avvenuto grazie all’interessamento del consigliere regionale Gianni Anselmi e dell’assessore Leonardo Marras, che permetterà al Presidente della Regione Toscana di consegnare un documento dell’RSU dello stabilimento JSW, Piombino Logistics e GSI direttamente nelle mani del Presidente del Consiglio Mario Draghi in occasione del summit fiorentino “del Mediterraneo” che si terrà mercoledì.

In quell’occasione il Presidente Eugenio Giani porterà all’attenzione del primo ministro sei dossier di crisi della Toscana che hanno estrema necessità di un impulso per trovare soluzioni.

Tra questi il “caso nazionale Piombino” già sui tavoli del MISE che da troppi anni attende una soluzione definitiva, mentre lo stabilimento abbandonato dalla proprietà e sotto i colpi delle recenti intemperie vede crollare una gru necessaria alla movimentazione delle rotaie.

Un incidente preoccupante, avvenuto miracolosamente senza conseguenze per le persone ma con danni materiali di mancata produzione importanti e di lunga durata.

Da oggi iniziano le assemblee presso il consiglio di fabbrica con tutti i lavoratori Jsw, Piombino Logistics e Gsi che proseguiranno per l’intera settimana, sostanzialmente l’inizio di un percorso definito in consiglio di fabbrica che, oltre che dal Prefetto, dovrà portare la politica e le Istituzioni locali regionali e nazionali ad impegnarsi per individuare le soluzioni necessarie sulla principale vertenza Toscana.

Simbolicamente la consegna odierna della lettera delle RSU al Presidente della Regione Toscana con la storia annosa delle vicissitudini dello stabilimento e delle proprie necessità rappresenta, di fatto, il passaggio di testimone dai lavoratori alle istituzioni, che sono e rappresentano l’unico interlocutore credibile in tutta questa vicenda.