« Torna indietro

libraio

“Un libraio è un re, un re non può essere un libraio”: 4 momenti con la lettura

Ha preso il via oggi ad Avellino la manifestazione ‘Libri_amo_la_città’, quattro appuntamenti con la lettura declinati al femminile per ricordare il libraio Tonino Petrozziello scomparso nel 2020.

La mini rassegna, nata da un’idea dell’avvocato Rita Cesta, e resa possibile grazie alla disponibilità di autrici, editrici, artiste, e al contributo di Caritas Avellino, Mondadori Store, L’Angolo delle Storie e Monkey ADV, si terrà nel Polo Giovani di via Morelli e Silvati.

Dopo il primo appuntamento di oggi, gli altri incontri sono programmati l’8 dicembre e il 28 gennaio; il 19 febbraio momento conclusivo affidato al vescovo di Avellino Arturo Aiello nel giorno dedicato alla memoria del libraio irpino.

libraio

Un libraio è un re

 “Una festa della lettura, un momento di incontro e di confronto, che ha come protagoniste tre straordinarie donne che attraverso la letteratura hanno saputo dare voce alle emozioni più disparate, condensandole in un libro” spiega Rita Cesta.

E poi inevitabilmente Cesta ricorda proprio l’amato libraio: “Un libraio è un re, un re non può essere un libraio – si leggeva su quei bellissimi segnalibro che, durante le festività natalizie, Tonino Petrozziello donava ai suoi lettori più affezionati che lo andavano a trovare nella libreria di corso Vittorio Emanuele ad Avellino”.

x