« Torna indietro

Macchitella Lab: finalmente

Pubblicato il 15 Settembre, 2020

Gela, 14 settembre 2020 – Inaugurato il nuovo centro polifunzionale

E da oggi il progetto di ristrutturazione dell’ex Casa Albergo, che un tempo ospitava il personale che lavorava al petrolchimico di Gela, entro fine anno diventerà un cantiere per la realizzazione di un centro polifunzionale, totalmente finanziato da Eni, a beneficio dei giovani e delle piccole e medie imprese.

Quando nel 2014 viene sottoscritto il “Protocollo di Intesa per l’Area di Gela”, si decide l’erogazione di un contributo economico da parte di Eni pari a 32 milioni di euro per la realizzazione di interventi per lo sviluppo sostenibile nel settore delle energie e di riqualificazione urbana e culturale della città.

Contestualmente Raffineria di Gela si impegnava a ristrutturare l’ex Casa Albergo, nata, nel quartiere Macchitella, per ospitare gli ingegneri Eni, e restituirla alla città dopo aver completato gli interventi di riqualificazione e adeguamento sismico. Tutto questo affinché il comune lo potesse convertire ad “incubatore di imprese”.

Il taglio del nastro | Macchitella Lab: finalmente | Day Italia News Gela

Così dopo due anni nasce ufficialmente il progetto Macchitella Lab, con la firma dell’accordo attuativo ex art.6 “Intervento di ristrutturazione della Ex Casa Albergo”. Con questo progetto il Comune vuole destinare la struttura a spazio polifunzionale di aggregazione giovanile.

Tre piani della struttura, secondo il progetto saranno così divisi:

  • piano terra: destinato a ospitare attività ricreative/commerciali, attività culturali, gestione degli accessi alla struttura e servizio informazioni.
  • secondo e terzo piano: destinati alle attività didattiche e di formazione, con spazi di coworking, aule didattiche, laboratori, sale riunioni e uffici amministrativi.

Macchitella Lab dovrà quindi dare supporto a nuove idee imprenditoriali fornendo gli spazi tecnici necessari come laboratori, uffici, sale riunioni; fare da HUB tra le realtà imprenditoriali esistenti e l’Università, per agevolare e promuovere l’attività di sviluppo e ricerca per le piccole e medie imprese e per costituire un luogo di formazione organizzato.

Ieri, 14 settembre 2020, Macchitella Lab ha finalmente tagliato il nastro per l’apertura del cantiere, oneri già pagati dalla Raffineria di Gela per un importo di circa 140 mila euro. Da qui inizia finalmente la costruzione di quel polo d’eccellenza che dovrà essere capace di coniugare socialità, sicurezza e comfort abitativo con il rilancio e l’assistenza delle piccole e medie imprese.

Un progetto il cui costo previsto dovrebbe ammontare complessivamente a circa 2,5 milioni di euro, tra ristrutturazione e allestimento dei laboratori, sale ed uffici, dei 32 milioni di compensazioni Eni destinati al territorio.

About Post Author

Skip to content