« Torna indietro

Maltempo Catania

Maltempo in Italia, bomba d’acqua e trombe d’aria: le zone a rischio

Pubblicato il 1 Aprile, 2024

Gli alberi sono stati abbattuti, i cartelloni pubblicitari sono stati strappati via dalla forza del vento e i sottopassi sono stati sommersi dall’acqua. Questi rappresentano solo alcuni dei danni causati dalle avverse condizioni meteorologiche che hanno colpito l’Italia nella serata di sabato 30 marzo e domenica 31 marzo 2024. Complessivamente, i vigili del fuoco sono intervenuti in circa 150 situazioni di emergenza in tutta la regione a causa del maltempo.

Ieri, domenica 31 marzo, è stata emessa un’allerta gialla per rischio idrogeologico in tutta la regione Lombardia. Tutto ha avuto inizio sabato sera, quando dalle 20:30 un violento temporale con abbondanti piogge si è abbattuto su Milano, causando numerosi disagi. Pioggia e fulmini sono continuati fino alle 22. Il nubifragio ha proseguito anche durante la giornata di Pasqua. Non solo Milano, ma anche l’intera Lombardia ha subito i danni causati dal maltempo.

I DANNI CAUSATI DA TEMPORALE E PIOGGE

Solo a Milano, i vigili del fuoco sono stati coinvolti in 70 operazioni di soccorso. Secondo quanto comunicato dai pompieri della città lombarda, ci sono ancora numerosi alberi instabili e diversi cartelloni pubblicitari e insegne dei negozi sono crollati. Intorno alle 21:30 di sabato, una tromba d’aria ha colpito le aree del Varesotto tra Busto Arsizio, Samarate e Lonate Pozzolo. Per fortuna, non ci sono stati incidenti gravi o feriti a Milano o altrove nella regione a causa delle condizioni meteorologiche avverse. Durante la notte tra sabato e domenica si è aperta una voragine stradale profonda 6 metri.

VARESE, SI APRE UNA VORAGINE IN STRADA

Il terreno della strada ha ceduto in via Rovera a Gavirate, nella provincia di Varese, causando la formazione di un’enorme voragine larga cinque metri e profonda sei metri. La voragine si è aperta a circa due metri di distanza da un’abitazione. Gli anziani genitori e la figlia che risiedono nella casa sono stati evacuati come misura precauzionale e hanno trovato rifugio presso la casa parrocchiale, come riportato da Leggo. Attualmente, la strada è stata chiusa al traffico.

Immagine di repertorio.

About Post Author