« Torna indietro

Maltempo Catania
Senza categoria

Maltempo Catania, le periferie allagate dall’incuria: “Grazie Comune…”

YouTube video

L’amarezza di un residente del Villaggio Santa Maria Goretti, nella zona dove si trova l’aeroporto di Catania. Quella che dovrebbe essere uno dei principali biglietti da visita della città che vanta uno scalo internazionale.

La pioggia che da ieri si riversa sul territorio etneo, per via dei lavori di manutenzione sempre promessi, ma mai realizzati definitivamente, ha provocato i temuti allagamenti che mortificano quella fetta di cittadini che, per l’ennesima volta, si sentono presi in giro e abbandonati dall’amministrazione pubblica.

“Grazie Comune…”, afferma disarmato, deluso, rassegnato, Antonino Lentini.

Sintetizza lo stato d’animo di migliaia di catanesi costretti ad accettare una condizione da cittadini di categoria inferiore, da lasciare ai margini nelle periferie. Così come lo è pure Librino.

I FIUMI DI FANGO DI LIBRINO

Maltempo Catania

Ecco come sono ridotte le arterie principali del popolo quartiere. Fiumi di fango che inghiottono vetture, che impediscono il transito a piedi, che isolano, imprigionano, sporcano. Che spazzano via la dignità.

Maltempo Catania

E’ così da sempre. Non lo si scopre adesso col clima folle che sta ricondizionando la quotidianità, che sta allarmando, destabilizzando, perché è evidente che qualcosa sta cambiando e non sono necessari gli appelli alla salvaguardia dell’ambiente lanciati con drammatica insistenza a livello internazionale per rendersene conto.

LEGGI ANCHE: MALTEMPO, IL TERRORE VISSUTO IN SICILIA: “PREGATE PER SCORDIA E PER GLI ALTRI PAESI”

LEGGI ANCHE: CATANIA, FIUME SIMETO ESONDA: CHIUSA LA STRADA STATALE 194

Catania è sempre stata un caso a sé.

Qui si annega da tempo.

Le scialuppe di salvataggio, il giorno dopo le elezioni, vengono sistematicamente sabotate, affondate, sulla riva dei seggi elettorali.

x