« Torna indietro

Mattarella

Mattarella firma la Legge di Bilancio: flat tax, assegno per i figli, quota 103. Ecco le novità

Arriva in dirittura d’arrivo La manovra di bilancio che incassa l’ok della Ragioneria dello Stato e la firma del Presidente della Repubblica Mattarella.

Pubblicato il 30 Novembre, 2022

Arriva in dirittura d’arrivo La manovra di bilancio che incassa l’ok della Ragioneria dello Stato e la firma del Presidente della Repubblica Mattarella. Gli articoli della manovra sono 174 e le possibili correzioni saranno davvero poche, infatti, nel vertice di maggioranza di ieri pomeriggio 29 novembre) Giorgia Meloni ha chiesto ai suoi di ridurre il numero degli emendamenti. Si sa di alcuni mal di pancia da parte – soprattutto – di Forza Italia contraria all’incontro tra la premier e Carlo Calenda, leader del terzo Polo; i forzisti non vedono bene i moderati di Azione e sospettano che abbiano promesso un appoggio al governo contro eventuali “no” degli alleati.

Le misure in sintesi

Energia. Confermato il pacchetto energia con i crediti d’imposta che salgono dal 30 al 35% per le pmi e dal 40 al 45% per le grandi aziende. Rafforzato il bonus sociale con soglia Isee da 12mila a 15mila euro.

Pos. Il limite per l’obbligo di accettare pagamenti digitali con carta e bancomat, senza incorrere in sanzioni, resta fissato a 60 euro. Su questa norma pesa come un macigno, però, da un lato il giudizio dell’Unione europea e dunque non è escluso che possa subire modifiche nel corso del passaggio parlamentare ma soprattutto il richiamo del Presidente Mattarella che ha ricordato come “l’evasione fiscale sia un problema grave” e come questo tema sia “sottolineato nel Pnrr con molta concretezza e molte indicazioni”. Nella manovra però è rimasta anche la norma che alza il tetto dei contanti a 5.000 euro.

Flat tax. confermato l’innalzamento della soglia da 65mila a 85mila euro per gli autonomi.

Pensioni. Rivisto il meccanismo di indicizzazione che sarà parziale per quelle più alte. Le minime arrivano a 600 euro. Per l’uscita anticipata serviranno 41 anni di contributi e 62 di età e c’è comunque un tetto all’assegno. Reso più stringente anche l’accesso alla cosiddetta “Opzione donna”.

Assegni figli. Incremento del 50% dell’importo erogato nei primi 12 mesi di vita del figlio. Incremento del 50% anche per i figli fino a 3 anni ma solo per le famiglie con 3 o più bambini e Isee inferiore a 40mila euro.

Voucher. E’ confermata la reintroduzione dei voucher per le prestazioni occasionali, con tetto che viene raddoppiato dai 5mila euro della legge Fornero a 10mila euro.

Spending review. Confermata la parte che riguarda la spending review che ammonterà per il prossimo anno a 140 milioni. I tagli maggiori, pari a 25 milioni, riguarderanno l’Agenzia delle Entrate ma i risparmi riguarderanno anche carceri e le intercettazioni.

Cybersecurity. Sono due i nuovi fondi per finanziare l’autonomia tecnologica e aumentare i livelli di cybersicurezza dei sistemi informativi.

Skip to content