« Torna indietro

Mestre, 10^ edizione del Forum nazionale “La Polizia locale e l’educazione stradale”

Pubblicato il 22 Ottobre, 2021

22.10.2021 – Insegnare ai più giovani le regole della circolazione ma anche educarli alla legalità: con questo obiettivo da anni il Corpo della Polizia locale del Comune di Venezia si impegna sul fronte dell’Educazione stradale con corsi e incontri nelle scuole del territorio, dalle materne alle superiori. Un tema importante su cui questa mattina all’Hotel Laguna Palace di Mestre si sono confrontati agenti e comandanti di Polizie locali di numerose città italiane in occasione della 10. edizione del Forum nazionale sul tema “La Polizia locale e l’educazione stradale”. Un dibattito su buone pratiche e prospettive per incidere sui comportamenti e attivare percorsi di tipo partecipato.

All’appuntamento, presieduto dal Comandante generale della Polizia locale di Venezia, Marco Agostini, sono intervenuti rappresentanti della Prefettura e della Questura di Venezia oltre che delle Forze dell’Ordine, che hanno posto l’accento sul “modello sicurezza” introdotto a Venezia, che si fonda sulla collaborazione e il coordinamento delle Istituzioni a favore della collettività.

Un concetto su cui si è soffermata nel suo intervento di saluto, in rappresentanza della città, anche l’assessore alla Sicurezza Silvana Tosi: “Uno degli obiettivi dell’Amministrazione comunale in questi ultimi anni è stato quello di garantire la sicurezza in ogni sua sfaccettatura. Per questo motivo l’impegno è stato a 360° con la realizzazione della Smart Control Room del Tronchetto, il potenziamento del sistema di videosorveglianza e di illuminazione e il rafforzamento del Corpo della Polizia locale con nuovi bandi di concorso”.

“L’educazione stradale – ha spiegato Agostini – è uno dei compiti tradizionali della Polizia locale e nella città di Venezia si integra anche con l’educazione nautica su cui abbiamo investito in tecnologia grazie a un simulatore di guida in Laguna. Per circolare e vivere in sicurezza è necessario che ognuno rispetti le regole: infondere questa consapevolezza nei più giovani è fondamentale. Negli ultimi anni – ha aggiunto il Comandante – seppur si è verificata un’inversione di tendenza nel numero degli incidenti mortali, sono ancora numerosi gli incidenti dovuti all’insicurezza, che dopo il lockdown sono cresciuti in modo rilevante”.

Al convegno si sono susseguiti gli interventi di Barbara Riva, sociologa e formatrice, e di Emiliano Bezzon, Michele Cassano, Alessandro Scarpellini, rispettivamente comandanti dei Corpi della Polizia locale di Torino, Parma e dell’ Unione Rubicone Mare.

Un approfondimento è stato dedicato anche al tema “La musica … in divisa” un progetto della Polizia locale di Milano a cura di Marco Luca Capucci.

Skip to content