« Torna indietro

Mestre, con “Sport di squadra” la pratica motoria entra nelle scuole: coinvolti 270 bambini della “Spallanzani”

19.10.2021 - Lo sport non è solo, come succede ai massimi livelli, competizione, sfida verso gli altri o contro se stessi, ma deve essere, in primis, occasione di socializzazione, inclusione, salute, etica.
Nasce da questo assunto il progetto “Sport di Squadra”, volto a favorire la pratica motoria tra bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni, realizzato dall'AiCS (l'Associazione Italiana Cultura e Sport), con il finanziamento del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio ed il patrocinio patrocinato di Comune di Venezia, Università Ca' Foscari e Miur.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina, al Municipio di Mestre, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte il vicesindaco e assessore comunale allo Sport, Andrea Tomaello, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Raffaele Pasqualetto, la presidente dell'AiCS di Venezia, Patrizia Marras, la dirigente dell'Istituto comprensivo “Spallanzani” di Mestre, Antonina Randazzo.

Il progetto ha respiro nazionale: sono infatti coinvolte 39 province di 19 diverse regioni. Venezia è una delle prime a partire: il 26 ottobre scatteranno infatti le lezioni settimanali (di un'ora ciascuna), in orario curriculare, che coinvolgeranno 13 classi di quarta e quinta elementare della “Spallanzani”, tenute da istruttori dell'AiCs, appositamente formati. L’attività si svolgerà nelle scuole primarie “Tintoretto” e “S.M. Goretti” di Mestre e vedrà coinvolti circa 270 bambini.

“E' sicuramente – ha spiegato il vicesindaco Tomaello – un'iniziativa importante, che non solo sosteniamo, ma auspichiamo possa essere presto replicata anche in altre scuole della città: lo sport infatti ha un alto valore formativo e sarebbe bello che potesse occupare maggiori spazi all'interno della programmazione scolastica.”
Una parte del progetto, ha spiegato la presidente dell'AiCs Marras, è rivolta inoltre agli studenti universitari di Ca' Foscari: ne sono stati scelti già dieci, per un “patto di formazione” che prevede, da una parte, la possibilità per loro di frequentare gratuitamente, per sei mesi, una palestra, e dall'altra l'impegno a compiere un percorso formativo da futuri dirigenti sportivi, contribuendo ad organizzare due grandi eventi: uno già fissato per l'11 dicembre e l'altro per aprile del 2022.

“Eventi – ha sottolineato il presidente Pasqualetto – che troveranno anche il sostegno della Municipalità di Mestre Carpenedo, perché possano davvero diventare volano per divulgare ancora di più la pratica sportiva tra i bambini ed i ragazzi.”

x