« Torna indietro

Milano: Poliziotti arrestano latitante in campo nomadi e vengono presi a sassate

Pubblicato il 29 Marzo, 2022

Venerdì 25 marzo, la Polizia ha arrestato 4 persone durante i servizi svolti dal Commissariato Quarto Oggiaro.

Nel primo pomeriggio, grazie a un servizio congiunto con personale della Squadra Mobile e del Commissariato Greco Turro, gli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro hanno rintracciato, all’interno del campo nomadi di via Negrotto, un italiano pluripregiudicato 37enne che dovrà scontare una pena detentiva di otto anni, come disposto 
dal tribunale di Livorno: nel periodo di latitanza, aveva trovato protezione all’interno del campo nomadi grazie alla collaborazione di alcuni familiari e amici. Durante le fasi dell’arresto, alcuni residenti all’interno del campo nomadi hanno cercato di ostacolare gli agenti, anche mediante il lancio di pietre che hanno colpito e danneggiato gravemente una vettura di servizio. Il fuggitivo, dopo un estenuante inseguimento a piedi per il campo nomadi e la boscaglia attorno, è stato braccato e assicurato da un equipaggio dell’Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato Quarto Oggiaro.

Nello stesso pomeriggio, gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Quarto Oggiaro hanno poi fermato due italiani di 51 e 63 anni, dopo aver assistito a uno scambio di cento grammi di cocaina purissima ancora solida, che al dettaglio si sarebbe tramutata in almeno 600 dosi. Grazie alla perquisizione domiciliare dei due arrestati, operata con l’ausilio di personale dell’Unità Cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale, a casa di uno dei due sono stati rinvenuti altri 20 grammi di cocaina pura in sassi, 10 panetti da 100 grammi di hashish e materiale per il taglio, la pesa ed il confezionamento dello stupefacente, per un totale di oltre 1 kg di hashish e 120 grammi di cocaina.

La giornata è poi terminata in Via Satta, dove gli agenti hanno tratto in arresto un 45enne tunisino pluripregiudicato che, nonostante avesse terminato la misura alternativa degli arresti domiciliari da pochi mesi, era ancora molto attivo nello smercio illegale di hashish e cocaina. Durante la perquisizione domiciliare di quest’ultimo, venivano rinvenuti in casa oltre 80 grammi di hashish e circa 20 grammi di cocaina.

x