« Torna indietro

Mira, 25 novembre: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, tantissime le iniziative

Di seguito il dettaglio del programma. E in calce le dichiarazioni degli assessori Tessari, Poppi e Baldan

23.11.2021 – In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza le donne, il Comune di Mira si mobilita, assieme alla Commissione per le Pari Opportunità, ai giovani e alle associazioni del territorio. Di seguito le iniziative organizzate per non dimenticare le già tantissime donne vittime di femminicidio in Italia e nel mondo, e per contribuire a creare una cultura e una mentalità sempre più forti contro la violenza sulle donne.

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, NOI SIAMO CON TE!

In occasione del 25 novembre, lo Sportello antiviolenza della Riviera del Brentae iComuni di Mira, Campagna Lupia, Camponogara, Dolo, Fiesso D’artico, Fossò, Pianiga, Strà, Vigonovo hanno promosso la campagna di sensibilizzazione “Contro la violenza sulle donne, noi siamo con te!”. Per realizzare una campagna veramente efficace e capillare, sono stati coinvolte diverse attività commerciali che, aderendo all’iniziativa, si impegnano ad esporre in vetrina un messaggio importante di contrasto alla violenza di genere, rivolto a tutti e tutte, ma in particolare alle donne. È importantissimo che le donne che vivono situazioni di violenza e maltrattamento sappiano che esiste lo Sportello Antiviolenza nel loro territorio, uno spazio gratuito, pronto ad accoglierle e non lasciarle sole. Attraverso la locandina dell’iniziativa e le cartoline dello Sportello Antiviolenza, ben visibili all’interno degli esercizi commerciali, verrà diffuso il messaggio della campagna di sensibilizzazione e i riferimenti dello Sportello Antiviolenza. Essenziale è fare rete, perché solo insieme si possono costruire territori liberi dalla violenza, ed è per questo che questa campagna di sensibilizzazione uscirà contemporaneamente in nove comuni della Riviera del Brenta. Lo Sportello Antiviolenza è uno spazio gratuito per le donne, e le sostiene nel percorso di uscita dalla violenza. Solo per dare alcuni dati, nel 2020 ha accolto 77 donne, di cui 36 nuove, mentre da gennaio a giugno 2021 le donne accolte sono state 80, di cui 10 nuove. Contatti: 342/9757092 – estiantiviolenza@isidecoop.com o chiama il 1522 numero nazionale antiviolenza gratuito, attivo 24 h. Questa iniziativa è realizzata con il contributo delle amministrazioni comunali dei nove Comuni della Riviera del Brenta.

LABORATORIO DI STREET ART CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Mira ha promosso il laboratorio di “Graffiti Street Art” per giovani dai 13 ai 20 anni con l’obiettivo di riqualificare il sottopasso adiacente al Forte Poerio.

Il laboratorio creativo che ha condotto alla realizzazione del murale è stato coordinato dagli educatori della Cooperativa La Esse in collaborazione con uno street artist veneto e ha visto la partecipazione di 15 tra ragazzi e ragazze, la maggior parte proveniente da Mira, con alcuni da territori limitrofi (Dolo, Mestre e Padova). Il laboratorio si inserisce nella progettazione più ampia delle attività aggregative di “SpazioGiovani30034”, un format esperienziale ideato dagli educatori del Centro Giovani Dedalo. Gli obiettivi socio-educativi di questo progetto sono quelli di favorire l’espressione giovanile attraverso la creazione di occasioni di apprendimento e di acquisizione di competenze al fine di promuovere una cultura della cittadinanza attiva e consapevole. Per la comunità tutta di Mira, questo progetto aveva l’obiettivo di riqualificare uno spazio urbano molto frequentato attraverso un’opera d’arte permanente e liberamente fruibile da tutti. Oltre al lavoro di ideazione, progettazione e realizzazione del murale, importante è la tematica sulla quale si sono concentrati i ragazzi, ovvero il contrasto alla violenza sulle donne. Pertanto, oltre alla parte creativa, con questo laboratorio è stata sviluppata e messa a disposizione di tutta la cittadinanza, una forte presa di coscienza da parte dei giovani su questo importante e terribile argomento.

IL MUNICIPIO SI TINGE DI ROSSO, CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Il Comune di Mira, in prima fila contro la violenza sulle donne, per ricordare a tutta la cittadinanza l’importanza di essere uniti nel sostegno a questo importante tema, nella settimana che va dal 22 al 28 novembre, espone uno striscione davanti al Municipio e accende ogni sera le luci rosse sotto al portico per ricordare le tante vittime: bisogna testimoniare con ogni mezzo l’assoluta contrarietà alla violenza.

FIORI PER UN NOME DI BATTAGLIA, SPETTACOLO SULLE DONNE RESISTENTI DI IERI E DI OGGI

La Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Mira, ha voluto testimoniare quest’anno la propria idea di contrasto alla violenza sulle donne, proponendo uno spettacolo di e con Moira Mion dal titolo “Fiori per un nome di battaglia”, che si terrà all’Auditorium della Biblioteca di Oriago il 24 Novembre, alle ore 21.00, con ingresso libero fino ad esaurimento posti.

L’origine di questo spettacolo parte da molto lontano, ai tempi della guerra, ed è frutto di interviste fatte, come scrive l’autrice “in punta di piedi”, ad alcune donne resistenti della Riviera del Brenta.

Storie che parlano di terre sventrate da soprusi e guerre civili, di donne in lotta, partigiane di un’altra epoca e territorio, ancora una volta a difendersi dai regimi totalitari e dalla negazione dei diritti umani.

L’ingresso è consentito solo con mascherina e green pass.

INSTALLAZIONI E SPETTACOLO A DOGALETTO

In occasione del 25 Novembre anche le associazioni del territorio si mobilitano per portare il loro messaggio netto di contrasto alla violenza sulle donne. Da parte dell’Auser “Peppino Impastato” e del Coordinamento Donne dello SPI-CGIL verrà realizzata un’installazione con esposizione di scarpette rosse alle ore 10.00 davanti alla Villa dei Leoni, a Mira Taglio. Alle ore 19.00 presso l’associazione “Regala un Sorriso”, a Dogaletto di Mira, si terrà il monologo teatrale di e con Moria Mion “Fiori per un nome di battaglia”, con cena a seguire. Per partecipare alla serata è necessario dotarsi di mascherina e green pass.

Di seguito, le dichiarazioni degli assessori Elena Tessari (Politiche educative e giovanili), Chiara Poppi (Politiche sociali) e Vanna Baldan (Commercio).

Tessari: “Il valore aggiunto dell’iniziativa sul murales sta nel fatto che i ragazzi sono stati coinvolti fin dal principio: da loro è partito il desiderio di approfondire la tematica della street art e il loro bisogno è stato soddisfatto coinvolgendoli costantemente nelle attività. Lo stile della partecipazione è stato anche quello che ha guidato i laboratori: il tema a carattere sociale su cui lavorare è stato proposto dai giovani, loro hanno voluto lanciare un proprio messaggio contro la violenza di genere. Anche la scelta del luogo da riqualificare è stata realizzata di concerto. Coinvolgere i ragazzi ha portato i suoi frutti: il clima che si respirava il giorno della realizzazione del graffito era sereno, improntato alla volontà di fare le cose con impegno, collaborazione e passione. Il gruppo ne è uscito con la volontà di impegnarsi nuovamente per realizzare qualcosa per la comunità in cui vive e questo è assolutamente positivo Ho apprezzato molto anche la vicinanza e il sostegno delle famiglie, coinvolte dall’entusiasmo dei propri ragazzi. Mi auguro che la collettività tutta riesca ad apprezzare l’impegno verso queste attività, che riescono ad essere a misura di giovani e che offrono loro una possibilità di espressione”.

Poppi: “L’Amministrazione del Comune di Mira è fortemente impegnata da anni nel contrasto alla violenza di genere, ed è stata la prima amministrazione in Riviera ad aver aperto uno Sportello del Centro Antiviolenza Estia. Uno Sportello che è stato, fin da subito, a disposizione non solo delle donne del Comune di Mira, ma anche di tutta la Riviera del Brenta. In questi anni, purtroppo, anche a causa del confinamento da lockdown vissuto nel 2020 ma non solo, abbiamo riscontrato un forte incremento del fenomeno della violenza sulle donne, così da decidere, assieme alle altre otto amministrazioni della Riviera del Brenta, di collaborare per realizzare varie iniziative sul tema”.

Baldan: “Ringrazio i commercianti aderenti alla campagna, per la disponibilità e la sensibilità dimostrata nel veicolare questo argomento “sentito” e che ogni giorno compare alla ribalta nazionale con nuovi casi. Vorrei rivolgermi a ciascuno per dire che è importante per noi che Tu abbia aderito e ancora siamo a ringraziarti, non solo come amministratrici, ma anche come donne che fortemente credono in questo servizio”.

Con cortese richiesta di pubblicazione, anche ripetuta per evento, data la disponibilità di ampio materiale. Grazie.

x