« Torna indietro

Mirano, progetto “Energy With Africa”: incontro tra i sindaci di Mirano e di Labè (Guinea): a breve un partenariato

Pubblicato il 20 Ottobre, 2021

20.10.2021 – Nell’ambito del progetto Energy WITH Africa, ieri mattina nel Municipio di Mirano si è svolto l’incontro ufficiale tra i referenti italiani dell’iniziativa e il sindaco di Labé, Mamadou Aliou Laly Diallo, Comune della Guinea nel quale è stato allestito il laboratorio di elettronica ed elettrotecnica in collaborazione con l’Université di Labé e finanziato con i fondi dell’Otto per mille della Chiesa Valdese, del Cesvitem e delle Acli provinciali.

Presenti all’incontro la sindaca di Mirano Maria Rosa Pavanello, il sindaco di Santa Maria di Sala Nicola Fragomeni, la dirigente dell’IIS “Levi-Ponti” Marialuisa Favaro e il professore Paolo Barbiero, il presidente del Cesvitem Simone Naletto, la presidente del Consiglio Comunale Renata Cibin. A far da traduttori per il sindaco guineano, Mamadou Kairaba Diallo, ispiratore del progetto stesso e un’insegnante della scuola.

Il sindaco di Labé è in Europa perché chiamato dal presidente francese Macron per attivare dei rapporti di cooperazione per trasferire buone pratiche sulla gestione degli enti locali. Ha voluto fare un passaggio a Mirano per ringraziare per il sostegno dato a Labé e a tutta la Guinea.

Infatti dal 2014 tre istituti superiori della cittadella scolastica di Mirano (IIS “Levi-Ponti”, IIS “8 Marzo-Lorenz” e liceo “Majorana-Corner”) hanno attivato un gemellaggio con il Centre Universitaire di Labé, che ha generato il progetto “Energy FOR Africa”, conclusosi a marzo 2016 con l’installazione di un impianto fotovoltaico per l’illuminazione della biblioteca e dell’aula insegnanti. Il progetto si è poi evoluto in “Energy WITH Africa”, che ha portato all’allestimento del primo laboratorio di elettrotecnica ed elettronica della Guinea e all’avvio di corsi di formazione sull’installazione e la manutenzione di impianti ad energia rinnovabile, dando un contributo significativo all’occupazione e allo sviluppo della comunità, che ha problemi di approvvigionamento elettrico ma soprattutto forte carenza di tecnici preparati.

«Grazie al vostro sostegno i giovani di tutta la Guinea oggi chiedono di frequentare i corsi dell’Università di Labè, imparano la tecnologia e restano a lavorare nel paese, non devono emigrare facendoci perdere la manodopera e l’avvenire. La nostra è una regione agricola, artigianale e attenta all’ambiente e spero si possano sviluppare progetti anche su questi temi», ha detto Mamadou Aliou Laly Diallo.

Questa visita ha consolidato il rapporto di amicizia tra le città di Mirano e Labé con il tramite degli istituti scolastici ed ha posto le basi per la formalizzazione di un partenariato.

«Come comune – ha dichiarato la sindaca Pavanello – abbiamo voluto essere coinvolti fin dall’inizio in questo progetto di collaborazione che ha portato risultati concreti e di qualità. E’ uno degli elementi qualificanti della nostra amministrazione. Dopo il periodo faticoso dell’emergenza Covid ora stiamo ripartendo con le progettualità rimaste in sospeso e oggi prendiamo l’impegno di lavorare al partenariato. Il Miranese è un territorio ricco di progettualità e che tiene ad aiutare».

I due sindaci si erano già incontrati nel febbraio 2019 e successivamente la Giunta comunale aveva approvato l’istituzione di un Patto di Amicizia tra le due città, allo scopo di sostenere il progetto Energy with Africa. A ottobre 2019 nel municipio di Mirano si era svolto un incontro tra le autorità coinvolte con cinque professori guineani e a novembre 2019 il ministro dell’istruzione superiore e della ricerca scientifica della Guinea Abdoulaye Yéro Baldé aveva visitato l’istituto “Levi-Ponti”.

Nell’incontro di ieri il sindaco di Labé era accompagnato da Mamadou Aliou Baldé, vice coordinatore del partito Union des Forces Démocratiques de Guinée (Ufdg) Europa e segretario federale di Ufdg Belgio, che parlato della situazione politica della Guinea.