« Torna indietro

Mogliano, progetto “Tamponi in comune” per gli studenti dai 3 ai 18 anni

Pubblicato il 4 Febbraio, 2022

“Tamponi in comune”: il nuovo progetto fra sindaci e Ulss2 approda lunedì 7 febbraio a Mogliano
Veneto


4.2.2022 – “Anche la nostra città ha aderito al progetto, ideato durante le festività natalizie e già attivo in tre
comuni”, spiega il Sindaco Davide Bortolato. “Da lunedì 7 febbraio, in via Bonisiolo 1 presso il Centro
Polifunzionale di Zerman, Mogliano avrà quindi il suo punto tamponi dedicato ai bambini che devono
rientrare in classe dopo la quarantena da Covid. Un traguardo importante, raggiunto grazie all’impegno
della nostra amministrazione comunale e al costante scambio di informazioni fra il nostro referente,
l’Assessore Giuliana Tochet, con Ulss2 e il dottor Rigoli, ideatore del progetto”.


“Durante questo periodo – interviene l’Assessore ai rapporti con l’Ulss Giuliana Tochet – abbiamo
individuato la location più adatta e cercato infermieri volontari con l’iscrizione all’albo e operatori socio
sanitari, per poter creare il team che si alternerà in funzione delle disposizioni del SISP. L’avvio dei
bambini al punto tamponi è indicato dalle dirigenti scolastiche all’Ulss2, che a sua volta convoca i genitori
al punto tamponi secondo la data di fine quarantena. A oggi, in città abbiamo 1340 casi di bimbi positivi:
le lunghe code in auto in dogana a Treviso, con genitori e figli in coda anche per tre ore per fare un
tampone, hanno creato una situazione difficile, soprattutto per i più piccoli”.


“Questo progetto – conclude il sindaco Bortolato – è senz’altro la soluzione migliore per tutti. Siamo
riusciti a dare alle famiglie moglianesi la tranquillità di non dover recarsi fino a Treviso ma di restare in
città per fare il tampone ai bambini, evitando loro lo stress delle code”.

Skip to content