« Torna indietro

Monopattini: A Milano il record di incidenti di tutta Lombardia

Pubblicato il 22 Marzo, 2022

A Milano, dal giugno 2020 a oggi, sono stati più di 1.000 gli incidenti che hanno coinvolto dei monopattini, richiedendo l’intervento di AREU. In particolare, in Corso Buenos Aires e Corso Venezia, da quando sono state realizzate le piste ciclabili, gli incidenti sono passati da 28 del 2017 a 182 del 2021, con un aumento secco del 650%”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, nel corso dell’iniziativa ‘Monopattini e dintorni, sicurezza, rischi, norme’ organizzata da Regione Lombardia e Polis che si è tenuta all’auditorium ‘Testori’ di Palazzo Lombardia. All’appuntamento inoltre sono intervenuti, tra gli altri, la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, il D.G. di Areu Lombardia, Alberto Zoli, Pietro Randelli, Direttore Comitato Tecnico Scientifico dell’Ospedale Gaetano Pini di Milano e Marco Cenzato Direttore di Neurochirurgia dell’Ospedale Niguarda di Milano.

DE CORATO – “Le amministrazioni locali – ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza – hanno investito molto sulle forme di mobilità alternative e sostenibili, realizzando numerose piste ciclabili ed autorizzando la circolazione dei monopattini elettrici. La fretta, però, creato in molti casi più problemi che soluzioni”.

PROPOSTA DI LEGGE AL PARLAMENTO DI REGIONE LOMBARDIA – “Per cercare di regolamentarne l’uso ed incrementare la sicurezza nell’utilizzo, il Consiglio regionale della Lombardia l’8 febbraio scorso ha approvato a maggioranza una proposta di legge al Parlamento volta a modificare l’attuale normativa sui monopattini elettrici. Con tale proposta si vuole introdurre, oltre all’obbligo di copertura assicurativa per tutti gli utilizzatori, anche la frequenza di un corso di abilitazione per i conducenti minorenni, l’obbligatorietà del casco e, infine, il marchio CE per ogni monopattino circolante. Garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada è da sempre la priorità dell’operato di Regione Lombardia. Troppo spesso, gli utilizzatori di monopattini non rispettano le regole: imboccano sensi unici contro mano, non rispettano i limiti di velocità né i semafori e viaggiano sui marciapiedi”.

VICEPRESIDENTE MORATTI: EDUCARE E SENSIBILIZZARE – “Sebbene in questi due anni – ha detto la vicepresidente della Regione – la nostra attenzione si è concentrata sulla pandemia e sul tema vaccinazioni, è fondamentale per una Regione come la nostra riuscire a intercettare tutte le dinamiche, a 360 gradi della quotidianità. Ma quotidianità significa anche affrontare temi del rischio e della sicurezza. Tra questi, il tema monopattini, è senz’altro attuale. Ritengo infatti che la strada da percorrere sia legata all’educazione, alla sensibilizzazione di comportamenti corretti, rispetto delle regole. Come assessorato al Welfare sono a disposizione fin da adesso a condividere eventuali progetti di sensibilizzazione che vedano magari la collaborazione oltre che dell’assessorato alla Sicurezza anche dei colleghi di Mobilità, Ambiente e Istruzione”.

DATI PINI INTERVENTO PIETRO RANDELLI – Il Direttore Comitato Tecnico Scientifico dell’ASST Centro Specialistico Traumatologico Ortopedico Gaetano Pini, Pietro Randelli, ha sottolineato che al Pronto Soccorso del ‘Pini’ da maggio a novembre 2021, ci sono stati 28.169 accessi, tra questi 1.995 (6,9%) per traumi da mezzo (biciclette, moto, scooter e monopattini). Dei 1995, il 7,5% (144) sono stati ricoverati per sottoporsi a intervento. E ancora, nello stesso periodo, dei 1.995 traumi da mezzo a 2 ruote, 280 (14.3%) pazienti erano in monopattino, in bicicletta 1.105 pazienti (56,5%) e in moto o scooter 570 pazienti (29,2%). Più nel dettaglio, dei 280 traumi da monopattino, 129 i fratturati (46%) e ricoverati per intervento 28 (10%) Sui traumatismi da monopattino elettrico, l’esperienza dell’Ospedale Niguarda di Milano nei dati forniti dal Direttore di Neurochirurgia Marco Cenzato.

DATI NIGUARDA INTERVENTO MARCO CENZATO – Dal luglio 2020 a novembre 2021 sono stati 37 gli accessi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Niguarda per incidente da monopattino elettrico. Di questi 14 pazienti con trauma cranico, 7 pazienti con trauma toracico, 3 pazienti con trauma addominale e 13 pazienti con trauma scheletrico. Dei 37 pazienti, 2 indossavano il casco, 35 non lo indossavamo. Dei 14 con trauma cranico, 8 traumi cranici minori hanno fatto del TC cranio, 1 paziente (minorenne) è deceduto all’arrivo in Pronto Soccorso, 5 pazienti in coma all’ingresso in ospedale. Dei 5 in coma all’ingresso, il giorno della dimissione 2 sono tornati a casa con appuntamenti di controllo TC cranio di follow up, gli altri 3 pazienti presentavano deficit neurologici e cognitivi per cui sono stati inviati verso un percorso di riabilitazione.

DATI AREU INTERVENTO ZOLI – Nel 2021 in Lombardia ci sono stati 1347 incidenti, 931 (69%) in provincia di Milano. A Milano città, sempre nel 2021 ci sono stati 685 incidenti. A seguire, tra i comuni del milanese con più sinistri, 21 a Sesto San Giovanni, 19 a Cinisello Balsamo e 13 a Cologno Monzese. (LNews)

x