« Torna indietro

Montebelluna, Palamazzalovo: in corso le procedure per la nuova concessione

Pubblicato il 11 Febbraio, 2022

Previsti anche interventi di manutenzione straordinaria per 180mila euro.

11.2.2022 – Il Comune di Montebelluna ha pubblicato ieri il progetto di “Concessione del servizio di gestione del palazzetto dello sport Palamazzalovo, redatto dagli uffici comunali e costituito dal capitolato d’oneri e dai relativi allegati.

Scade infatti il prossimo giugno l’attuale concessione affidata all’associazione Liberamente che da anni si occupa della gestione della struttura.

Alla pubblicazione del progetto seguirà – prossimamente – la pubblicazione del bando di gara a cui saranno invitati i soggetti che sono risultati idonei alla procedura di manifestazione di interesse conclusasi nei giorni scorsi.

La gestione avrà una durata di 10 anni dalla data di consegna dell’impianto sportivo.

L’impianto sportivo ed i locali oggetto della concessione comprendono il piano palestra più le aree bordo campo regolamentare per pallavolo, basket, calcio a cinque; l’ingresso; i magazzini, uffici e spogliatoi regolamentari; l’area tribune; le aree esterne di parcheggio recintate; le attrezzature sportive fisse e mobili nonché gli impianti. Comprende inoltre anche la piastra in cemento su cui è installato l’impianto di skateboard, la sala boulder e le pareti artificiali di arrampicata e il bar interno.

La concessione comprende infatti anche la possibilità di svolgere una attività sia di punto ristoro, attrezzato con distributori automatici o con attrezzatura presidiata, sia in forma di circolo di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande rilasciata a favore del gestore o di un soggetto di cui lo stesso si avvale e ad esso collegato per l’intera durata della concessione.

Spiega l’assessore allo Sport, Andrea Marin“Il gestore sarà tenuto a svolgere una serie di attività tra le quali, ad esempio, l’organizzazione e la gestione di eventi e manifestazioni sportive e non, nell’ambito di un quadro di iniziative anche programmate dal Comune, ma anche l’uso proprio dell’impianto sportivo dando priorità all’attività scolastica negli orari stabiliti ed alle attività ufficiali comprendenti incontri di campionato, partite di coppa, tornei federali o di Enti di promozione sportiva; la gestione e la conservazione manutentiva dei beni mobili ed immobili; la gestione dell’attività per la custodia e sorveglianza dei beni mobili e immobili afferenti il palazzetto nonché delle attività relative alla regolazione degli accessi alla stessa”.

Aggiunge il sindaco, Adalberto Bordin: “A quattro mesi dalla scadenza dell’attuale concessione, gli uffici tecnici si stanno adoperando per individuare il nuovo gestore di quella che è una struttura di riferimento per l’attività sportiva, anche a livello scolastico, e non solo, a Montebelluna.

Elemento di novità rispetto al passato è aver introdotto l’obbligo, da parte del gestore, di realizzare una serie lavori di manutenzione straordinaria della struttura sportiva.

Per i lavori è prevista una spesa di 180mila euro a carico del gestore mentre l’amministrazione comunale – a sostegno delle spese vive, i costi di funzionamento e di gestione dell’impianto sportivo che il gestore dovrà sostenere – erogherà al gestore un contributo economico annuo di 15mila euro”.

In particolare, gli interventi riguarderanno:

  1. 1.         la sostituzione di tutti i corpi illuminanti del campo da gioco e delle tribune adottando un sistema di illuminazione a risparmio energetico: entro i primi 12 mesi dal verbale di consegna della struttura.

L’intervento ha come obiettivo la sostituzione dei corpi illuminanti attualmente installati, con dei nuovi proiettori a LED di nuova generazione, che garantiranno in primis una significativa riduzione dei consumi e allo stesso tempo avranno una maggiore durata che ridurrà i tempi di manutenzione.

E’ prevista la sostituzione di circa 56 corpi illuminanti con relative griglie protettive e sistema di fissaggio.

Il costo stimato è di 63 mila euro.

  1. 2.         la levigatura del parquet del vano palestra: entro i primi 24 mesi dal verbale di consegna della struttura.

Per ripristinare il parquet del campo da gioco, che presenta segni di usura, si prevede di intervenire mediante levigatura dello stesso, verniciatura a tre mani con l’impiego di vernice ignifuga, realizzazione della segnatura delle linee dei campi da gioco, basket, pallavolo e calcio a cinque, secondo i regolamenti delle varie Federazioni. Dovrà inoltre essere eseguita la colorazione del pavimento con colore marcato in corrispondenza delle aree del campo da calcetto.

Il costo stimato è di 33mila euro.

  1. 3.         la ristrutturazione degli spogliatoi atleti e arbitri: entro i primi 36 mesi dal verbale di consegna della struttura.

I locali destinati a spogliatoio con relativi servizi igienici necessitano di manutenzione ordinaria ed in alcuni casi straordinaria in quanto sono state rilevate tracce di umidità derivanti dall’acqua che esce dalle docce attraverso il massetto di sottofondo.

La muratura risulta per la maggior parte in buono stato ma in alcuni punti si rende necessario intervenire mediante demolizione e rifacimento dell’intonaco ammalorato e successivo ripristino delle pitture murarie.

La lavorazione pertanto comprenderà a ristrutturazione della zona docce, la tinteggiatura delle pareti e dei soffitti degli spogliatoi grandi, la tinteggiatura delle pareti e soffitti degli spogliatoi arbitri.

Il costo stimato è di 44mila euro.

Il Palazzetto dovrà essere aperto al pubblico, per attività extrascolastiche, per non meno di giorni annui 320 ed i periodi e gli orari di apertura al pubblico potranno essere modificati in accordo con l’amministrazione comunale.

Orari di apertura, tariffe per l’utilizzo degli impianti, regolamenti d’uso e relativi aggiornamenti dovranno essere approvati dalla giunta comunale) e dovrà essere riservato a titolo gratuito l’uso degli impianti a favore di attività promosse o patrocinate dall’amministrazione comunale per almeno 25 giorni all’anno.