« Torna indietro

Montebellunese, Strategie Integrate di Sviluppo Urbano Sostenibile: ecco gli interventi di prossima realizzazione

Pubblicato il 21 Giugno, 2021

21.6.2021 – Rispetto del cronoprogramma e nuove sfide all’orizzonte da intraprendere: sono queste le parole d’ordine dell’incontro rivolto al Partenariato dell’Area Urbana Asolano-Castellana-Montebellunese, per la presentazione dello stato di attuazione della SISUS (Strategie Integrate di Sviluppo Urbano Sostenibile) dell’Area Urbana, degli interventi che saranno oggetto di prossima realizzazione, nonché delle prospettive regionali relative alla programmazione 2021 – 2027.

All’incontro, disponibile anche nel canale YouTube del Comune di Montebelluna, erano presenti Ivano Cescon, Responsabile dell’Autorità Urbana di Montebelluna, Alberto Bertoldo, Responsabile Servizio Informatico del Comune di Montebelluna, Giacomo Colladon, Presidente della società Mobilità di Marca S.p.A, Paolo Zorzi, Responsabile del Servizio Manutenzione e nuove opere dell’ATER di Treviso, Massimo Melato, Direttore dell’AEEP di Castelfranco Veneto, Fiorenza Cecchetto, Coordinatrice dei Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni della Marca Occidentale, Marco Giacon, Direttore dell’IPAB Umberto I, Pietro Cecchinato, Direttore della Direzione Programmazione Unitaria della Regione del Veneto e Andrea Massarolli, funzionario della Direzione Programmazione della Regione.

Assente giustificato per motivi di salute il vicesindaco reggente di Montebelluna e presidente dell’Autorità Urbana, Elzo Severin che però ha voluto partecipare con un suo intervento trasferito dal dottor Cescon: “Quando la Regione ebbe a individuare le cinque città nell’ambito dell’asse 6 del POR FESR destinate a diventare autorità urbana cioè Venezia, Padova, Treviso, Vicenza e Verona, decise che era opportuno lasciare una casella anche per quelle neo città eccentriche che si sono affermate nel territorio veneto come nel resto dell’Europa negli ultimi 40 anni attraverso un processo di conglomerazione tra nuclei urbani in precedenza distinti ma oggi uniti in termini di servizi offerti ai cittadini nelle dimensioni della salute, del trasporto pubblici, dei servizi sociali, dei programmi di pianificazione territoriale e nella sfida della transizione verso la Smart city.

Montebelluna, Castelfranco Veneto ed Asolo quali realtà di riferimento mandamentale decisero di allearsi coinvolgendo altri sette Comuni.

A distanza di 5 anni il programma previsto dal POR FESR è stato rispettato nei contenuti e nella tempistica nonostante le difficoltà ben note che hanno condizionato la vita degli enti pubblici in questi anni, legati in particolar modo alla carenza di personale.

I dieci Comuni alleati nella logica di un’area urbana vasta hanno dimostrato di essere all’altezza della sfida.

Per questo, proprio l’Autorità si candida ad essere un’esperienza di riferimento a livello regionale in riferimento alla partita, tutta aperta, del riordino degli enti locali.

In altre parole, gli obiettivi del progetto europeo si stanno trasformando in un’azione destinata a rafforzare la coesione tra dieci Comuni chiamati a gestire un territorio omogeneo sia sul piano della vocazione produttiva, sia su quello delle esigenze sociali, della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica.

Un’esperienza pilota che merita di essere premiata”.

Questi i dati più significativi presentati nel corso della mattinata per ciascuna delle tre aree di intervento realizzate attraverso la SISUS: la mobilità sostenibile, l’inclusione sociale e l’agenda digitale che si avvale del contributo PORS FESR complessivo di 10.946.666,66 euro e del cofinanziamento da parte dei partner beneficiari di 7.428.489,48 euro per un totale di 18.375.156,14 euro di risorse disponibili per l’intera area urbana interessata.

AREA Mobilità sostenibile

Beneficiario: MOM S.p.A.

Totale spesa: € 6.590.033,33 di cui € 3.356.603,60 quale quota POR FESR ed € 3.233.429,73 a titolo di cofinanziamento MOM

Interventi attuati

Acquistati e messi in servizi 15 autobus Euro 6

Interventi da completare o attuare

  • Investimenti entro il 2021
    • o   Acquisto di 1 autobus metano/CNG
    • o   Sistemi di monitoraggio e localizzazione satellitare della flotta – 170 apparati AVM (Automatic Vehicle Monitoring)
    • o   Impianti di infomobilità alle fermate: 120 paline intelligenti collocate nei nodi di interscambio fermate con più alta affluenza per rendere più agevole l’utilizzo del servizio che, configurandosi come elemento periferico del sistema AVM da questo ricevono
    • o   37 kit videosorveglianza per il monitoraggio a bordo autobus (per prevenzione atti di violenza o vandalismi).
    • o   Sistemi di ammissione a bordo: 340 validatrici con tecnologia contactless per facilitare l’ammissione a bordo dei passeggeri, gestendo sistemi tariffari dinamici e profilati su varie tipologie di utenza.
    • o   Piattaforma software che Raccoglie e gestisce i diversi dati provenienti dai precedenti interventi (OBL a bordo mezzo, Sistema contacless per integrazione tariffaria e utilizzo di un unico titolo di viaggio sia sui servizi suburbani e urbani
  • ØInvestimenti entro il 2022-2023
    • o   Acquisto di 3 autobus Metano/Hybrid e 1 autobus metano/CNG
    • o   Display intelligenti nelle autostazioni: 26 display autostazioni di Castelfranco, Montebelluna e Ca’ Vescovo
    • o   90 kit Impianti di conteggio dei passeggeri ed interventi per la prevenzione del rischio Covid 19
    • o   80 impianti di “priorità semaforica” per i mezzi pubblici
    • o   Impianti di videosorveglianza alle fermate e nei nodi di interscambio

AREA Inclusione sociale

Interventi di edilizia residenziale pubblica

Beneficiari: ATER e AEEP

Totale spesa: € 2.080.322,59 IVA inclusa, di cui € 1.630.838,64 quale quota POR FESR ed € 449.483,95 a titolo di co-finanziamento ATER e AEEP

Interventi attuati

Ristrutturazione alloggi Ater di Treviso situati nei Comuni di Montebelluna, Castelfranco Veneto, Caerano di San Marco e Trevignano e gli alloggi e Aeep di Castelfranco Veneto situati nel Comune di Castelfranco Veneto.

Lavori eseguiti su 69 alloggi (41 alloggi ATER e 28 alloggi AEEP)

Interventi di co-housing

Interventi attuati

Beneficiario: IPAB Umberto I di Montebelluna

Totale spesa: € 553.718,80, IVA inclusa, di cui € 400.950,00 quale quota POR FESR ed € 152.768,80 a titolo di cofinanziamento IPAB Umberto I.

Recupero immobile a Montebelluna (Villaggio Protetto) con la realizzazione di 17 mini alloggi e spazi comuni

Beneficiario: IPAB Crico “Casa di soggiorno e riposo” di Vedelago

Totale spesa: € 800.000,00 IVA inclusa, di cui € 630.000,00, quale quota POR FESR ed € 170.000,00 a titolo di cofinanziamento IPAB Crico.

Recupero immobile a Vedelago (Villa Pomini Galli) con la realizzazione di 9 mini alloggi e spazi comuni

Interventi da attuare

Beneficiario: Comune di Castelfranco Veneto

Totale spesa: € 2.100.000,00, IVA inclusa, di € 905.869,66, quale quota POR FESR ed € 1.194.130,34 a titolo di cofinanziamento Comune di Castelfranco Veneto

Recupero di un immobile a Castelfranco Veneto (Casa ex Cattani) per la realizzazione di un progetto di co-abitazione con la realizzazione di 10 mini alloggi e spazi comuni

Alloggi per senza fissa dimora

Interventi da attuare

Beneficiario: ULSS 2 Marca Trevigiana

Totale spesa: € 765.000,00, IVA inclusa, di cui € 600.000,00, quale quota POR FESR ed € 165.000,00 a titolo di cofinanziamento Ulss 2 Marca Trevigiana

Recupero immobile per accoglienza senza dimora a Montebelluna (Villa Carretta – Ospedale Vecchio) con la realizzazione di 5 mini alloggi

Beneficiario: Comune di Castelfranco Veneto

Totale spesa: € 650.000,00 IVA inclusa, di cui € 605.733,34, quale quota POR FESR ed € 44.266,66 a titolo di cofinanziamento Comune di Castelfranco Veneto

Recupero immobile per accoglienza senza dimora a Castelfranco Veneto (Casa ex Cattani) con la realizzazione di un asilo notturno

AREA Agenda digitale

BENEFICIARI: tutti i Comuni dell’Area Urbana, con Capofila il Comune di Montebelluna in cooperazione con le Aree Urbane di Padova, Treviso e Verona

Totale spesa: € 1.246.171,42, di cui:

  • Ø€ 623.085,71 per il progetto MyData
  • Ø€ 623.085,71 per il progetto MyCity

Entrambi i progetti sono stati avviati nel 2019 e sono in fase di realizzazione.

In apertura dell’incontro è intervenuto Pietro Cecchinato, Direttore della Direzione Programmazione Unitaria della Regione del Veneto: “Un plauso alle dieci amministrazioni comunali dell’Area Urbana Asolano-Castellana-Montebellunese che hanno accettato la sfida di sviluppare una strategia intercomunale che non è una sommatoria di singoli interventi ma una vera azione corale che vede protagonista il territorio nel suo complesso.

E’ una sfida che è stata voluta e accettata con piena consapevolezza e che con successo e qualità si è tradotta una serie di interventi significativi.

L’invito è quello di completare secondo il cronoprogramma, cioè il 2023, la strategia nei vari ambiti: quello dei servizi digitali e online offerti dai Comuni, nell’ambito dei servizi connessi con la mobilità sostenibile e nell’ambito sociale ed abitativo.

La raccomandazione è di saper guardare avanti, continuando su questa strada ed operando con ancora più enfasi sulla programmazione intercomunale perché le sfide della prossima tornata di finanziamenti POR FESR  2021-2027 sono sfide decisive per i territori nei tre ambiti: sociale, digitalizzazione, sostenibilità.

Anticipo, comunque, che la continuità sarà un valore di cui si terrà conto nel selezionare le candidature per la programmazione 2021-2027: buon lavoro!”.

Skip to content