« Torna indietro

Mugnone: via libera della giunta alla passerella ciclopedonale

Pubblicato il 18 Dicembre, 2021

Mugnone. Ancora un tassello per l’ulteriore sviluppo della mobilità ciclabile in città. La giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, il progetto della nuova passerella ciclopedonale sul Mugnone che collegherà le piste ciclabili di via di Novoli e viale Redi, realizzando un percorso continuo protetto, che attraverserà Firenze da sud-est a nord-ovest. Il ponte esistente è infatti inadatto a ospitare un percorso ciclabile a causa della larghezza ridotta, sia della carreggiata sia dei marciapiedi.

La nuova passerella consentirà di collegare fra loro il Nuovo Palazzo di Giustizia, il Polo universitario di Scienze sociali, la stazione ferroviaria di Rifredi, il Nuovo Pignone e le molte altre attività produttive poste lungo via Panciatichi e via Perfetti Ricasoli), il Polo scientifico universitario nel Comune di Sesto Fiorentino. Attualmente questo percorso presenta un’interruzione critica proprio in corrispondenza dell’attraversamento del torrente Mugnone, tra viale Redi e via di Novoli. La nuova opera, insieme al tratto di pista ciclabile lungo via Perfetti Ricasoli (tra via Fanfani e via Famiglia dei Benini) e alla pista ciclabile lungo via delle Due Case fino al confine con il Comune di Sesto Fiorentino già in programma, completerà un collegamento ciclabile continuo e protetto che attraverserà Firenze da sud-est a nord-ovest.  

“Anche questa opera testimonia l’impegno per lo sviluppo della mobilità ciclabile e la realizzazione della Bicipolitana, progetto frutto della collaborazione tra il Comune, Fiab e Firenze Ciclabile e inserito nei documenti di programmazione urbanistica e di mobilità – sottolinea l’assessore Giorgetti – Con la Bicipolitana stiamo realizzando i collegamenti le piste ciclabili esistenti individuando le direttrici principali portanti che uniscono i maggiori centri di interesse e realizzare linee di trasferimento veloce, per facilitare lo spostamento dei ciclisti. Un lavoro importante che si sta sviluppando e che metterà a disposizione di chi usa la bicicletta per spostarsi in città una rete di percorsi veloci e sicuri, nella prospettiva di favorire questo tipo di mobilità dolce, rispetto all’utilizzo dei veicoli privati a motore”. Per quanto riguarda il progetto appena approvato, l’assessore sottolinea come si tratti di “un intervento, molto atteso, che completa il percorso ciclabile alternativo al passaggio sul viadotto tranviario a San Donato, tra viale Redi e via di Novoli”. 

La passerella sarà larga 4,70 e lunga 40 metri circa. Rivestita da pannelli di acciaio corten, avrà un parapetto di 1,60 metri in corten, con la parte superiore in vetro. Le rampe di salita dal piano stradale saranno realizzate in corrispondenza degli appoggi della struttura, collocati sul lato di via di Novoli e di viale Redi.   

L’opera è collegata alla Convenzione urbanistica per la trasformazione dell’ex Panificio militare, che prevede a carico del privato un contributo di 400mila euro per la realizzazione del ponte per l’attraversamento ciclopedonale del torrente Mugnone. Costo complessivo dell’intervento 600mila euro. 

Skip to content