« Torna indietro

Napoli: dopo la sfilata trash arrivano le multe, verbali da 1000€ per Rita De Crescenzo

Pubblicato il 15 Settembre, 2022

Rita De Crescenzo, tiktoker napoletana nota per i suoi show trash sui social, ha recentemente aperto un negozio di abbigliamento e di accessori nel centro di Napoli, precisamente a Corso Garibaldi.

In vendita capi d’abbigliamento, teli mare, cover per smartphone, diari, borse, zaini, magliette e addirittura profumi, tutti rigorosamente firmati dal marchio “Svergognata”.

La De Crescenzo si è presentata ai suoi fan come una vera regina, tant’è che per l’occasione ha sfoggiato addirittura una corona e un mantello scortata da due guardie del corpo.

I fan hanno accolto la loro “regina” tra musica, coriandoli, elogi e cori di apprezzamento.

Un’inaugurazione che costa carissimo a Rita De Crescenzo: oltre 1.000 euro di multa

Un’inaugurazione che però costerà carissimo alla tiktoker napoletana, più di 1.000 euro, per aver organizzato il suo spettacolo senza alcuna autorizzazione.

La De Crescenzo però si difende e in un video tramite TikTok ha fatto sapere, mostrando i verbali e annunciando che farà ricorso, di avere tutto in regola dal momento che ha pagato quanto dovuto 4 ore prima dello spettacolo.

L’accusa di Nessuno tocchi Ippocrate: “Ambulanze rallentate e bloccate nel traffico”

La De Crescenzo deve però fronteggiare anche le accuse mosse da Nessuno tocchi Ippocrate, organizzazione no-profit che tutela i diritti di medici e infermieri che operano sul territorio a bordo delle ambulanze, spesso in condizioni critiche e addirittura pericolose.

“Purtroppo torniamo a parlare di Rita De Crescenzo – recita il post pubblicato sulla pagina Facebook dell’organizzazione – la tik toker partenopea che ieri ha inaugurato il suo negozio a via Benedetto Cairoli nei pressi di Corso Garibaldi a Napoli. Diversi equipaggi 118 ci hanno riferito ritardi nell’attraversare quel tratto di strada ,in quanto sono stati numerosi i ”fan” (se così si possono chiamare) che sono accorsi davanti la saracinesca del negozio.

L’utenza si domanda ancora il perché dei ritardi nei soccorsi, e quando non se lo domanda passano ai fatti aggredendoci! E noi dobbiamo subire tutto questo perché Rita De Crescenzo ha aperto il suo nuovo negozio? Siamo davvero allibiti!”.

Skip to content