« Torna indietro

taranto

Operazioni di sicurezza ambientale sull’area flegrea: sequestrate due officine a Licola e a Quarto

In entrambi i casi le due officine sono state “tradite” dallo stesso elemento che ha insospettito i militari.

Pubblicato il 15 Aprile, 2022

Continuano i servizi volti a tutelare l’ambiente da parte dei carabinieri della compagnia di Pozzuoli.

Officina meccanica sequestrata a Licola

Un’officina meccanica è stata sequestrata a Licola dai militari della locale stazione insieme ai colleghi forestali.

L’attività commerciale, senza insegna, si trovava in via Strada del Cantiere ed è stata ispezionata dai carabinieri che hanno trovato degli scarichi abusivi. Le acque reflue industriali venivano sversate direttamente nella fognatura pubblica. Sono stati trovati anche dei residui di vernice, prova dell’attività di carrozzeria abusiva che effettuava anche l’emissione in atmosfera non autorizzata e la gestione incontrollata di rifiuti pericolosi.

L’attività commerciale, di circa 100 metri quadrati, e l’area antistante, di altri 140 metri quadrati, sono state sequestrate mentre il titolare è stato denunciato a piede libero.

Denunciati due titolari di un’officina a Quarto

Invece, i Carabinieri della tenenza di Quarto, insieme ai militari della stazione forestale di Pozzuoli, hanno denunciato a piede libero i 2 titolari di un’altra officina meccanica. L’attività, anch’essa senza insegna, era in via Salvo d’Acquisto, a Quarto.

Anche in questo caso i carabinieri sono stati costretti a sequestrare l’attività per la presenza di acque reflue industriali sversate nella fognatura pubblica e gestione di rifiuti incontrollata. L’officina, di circa 80 metri quadrati, è stata sequestrata.

x