« Torna indietro

Padova, in 750 per il secondo weekend di gare al Palaindoor

Pubblicato il 14 Gennaio, 2022

Riflettori puntati sul debutto stagionale dell’astista Elisa Molinarolo, quasi 300 iscritti nei 60 metri

14.01.2022 – Secondo weekend di gare del 2022 al Palaindoor di PadovaSabato 15 e domenica 16 gennaio, l’anello e le pedane dell’impianto coperto della Città del Santo ospiteranno tre manifestazioni dedicate al settore assoluto. Sabato, con inizio alle 14.15, riflettori puntati sulla campionessa italiana outdoor (e azzurra all’Olimpiade di Tokyo) Elisa Molinarolo (Atletica Riviera del Brenta), che inizia la sua stagione sulla pedana dove quotidianamente si allena, confrontandosi con un bel gruppo di avversarie, tra le quali spiccano la ventenne Francesca Zafrani (Atl. Arcs Cus Perugia), miglioratasi sino a 4.20 nel 2021, e una ritrovata Rebecca De Martin (Atl. Brugnera PN Friulintagli), salita a 4.10 sabato scorso sempre a Padova.

Da seguire poi Michela Moretton (Atl. Ponzano), all’esordio stagionale nei 3000 metri dopo aver chiuso il 2021 con l’oro a squadre under 23 degli Europei di cross di Dublino, ed Enrica Cipolloni (Gs Fiamme Oro Padova) nell’alto. Domenica, invece, con inizio gare alle 9.30 e proseguimento dalle 14, riflettori puntati sul lungo femminile, con il bronzo tricolore 2021 Eleonora Filippetto (Team Treviso) opposta a Carol Zangobbo (Assindustria Sport). Negli 800 ritorno in pista per Enrico Brazzale (Atl. Vicentina) e l’azzurrino Giovanni Lazzaro (Assindustria Sport), penalizzati da un contatto in gruppo nella gara dello scorso weekend. Troveranno anche il marocchino Mouhcine Ben Hachimi (Atl. Schio) e Francesco Pernici (Free-Zone). Nella gara femminile, dove il miglior tempo di presentazione appartiene a Irene Vian (Atl. Riviera del Brenta), annunciata l’azzurrina Sophia Favalli (Free-Zone). Nei 60 femminili cercano la volata vincente la finalista tricolore 2021 Hope Eghongh Esekheigbe (Assindustria Sport), l’emergente compagna di squadra Arianna Bacelle (7”55 sabato scorso) e l’azzurrina Elisa Visentin (Atl. Biotekna), mentre al maschile i migliori accrediti appartengono a Michael Dwabena Kyereme (Gs Self Atl. Montanari Gruzza) e Fabrizio Ceglie (Assindustria Sport). Circa 750 gli iscritti, con una punta di 288 adesioni (122 donne e 166 uomini) per i 60 metri. ISCRITTI