« Torna indietro

Padova, manutenzioni, in corso i lavori di rifacimento marciapiedi all’Arcella, in via Weber

Pubblicato il 2 Febbraio, 2022

2.2.2022 – Dopo i lavori di manutenzione dei camminamenti e di rimozione delle barriere architettoniche conclusi in via Carducci, dove rimangono da ultimare solo alcuni elementi di arredo urbano, e in via Malaman dove oggi termina il rifacimento di un tratto di marciapiede ammalorato sul lato civici pari, il cantiere del settore Manutenzione Lavori Pubblici del Comune si è spostato all’Arcella dove, da questa mattina, sono in corso interventi in via Weber.

“Proseguono gli interventi dedicati alla cura dei quartieri – dichiara il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, Andrea MIcalizzi, nel corso di un sopralluogo al cantiere aperto nella via – con l’attenzione alle piccole cose che migliorano il decoro, la sicurezza, l’accessibilità per tutti a prescindere dalla propria condizione fisica e danno ai quartieri un’immagine ordinata. Stiamo lavorando per allargare i marciapiedi di via Weber portandoli a dimensioni tali che garantiscano, a tutti, un percorso pedonale in sicurezza”.

I lavori in corso di allargamento e abbattimento delle barriere architettoniche interessano i marciapiedi sul lato civici dispari della via mentre sul lato sinistro, in corrispondenza dei civici pari, viene rifatto il tappeto d’usura dove necessita, nei punti di pavimentazione toccati da cedimenti. A seguire, da domani, giovedì 3 febbraio, gli interventi proseguono nelle vicine vie Mendelsshon e Mancinelli con lavori di rifacimento del tappeto d’usura in asfalto sui marciapiedi, lato civici pari di entrambe le vie, per concludersi, meteo permettendo, entro metà febbraio.

Da cronoprogramma, lunedì 7 febbraio cantiere aperto anche in via Bonafede, lato civici dispari, per il rifacimento dei marciapiedi nei tratti esistenti e nei tratti mancanti, e poi in via Sonnino, a San Lazzaro, lato civici dispari.

“Ringrazio i cittadini che con le loro preziose segnalazioni dimostrano attenzione al territorio – conclude Micalizzi – Tutte le priorità sono, infatti, decise sulla base delle loro segnalazioni, delle indicazioni delle consulte di quartiere e dei sopralluoghi dei nostri tecnici. Con un po’ di pazienza interverremo in tutti i quartieri”.