« Torna indietro

Platinette

Platinette di nuovo in ospedale: “L’anno più pericoloso della mia vita”

Pubblicato il 5 Dicembre, 2023

A marzo scorso Platinette fu colpito da un ictus, ma fortunatamente i soccorsi intervennero in tempo riuscendo a salvargli la vita. Adesso, come ha spiegato lo stesso Mauro Coruzzi sui social, è arrivato all’ultimo atto per chiudere il lungo percorso riabilitativo per recuperare pienamente le sue funzionalità. Per questo motivo si è recato in ospedale per sottoporsi ad un piccolo delicato intervento per evitare possibili ricadute.

Il post di Platinette su Instagram

Platinette ha tenuto aggiornati i suoi fan con alcuni post su Instagram, dove ha rivelato di essere stato in ospedale. Questa volta però è stato lui a decidere di sottoporsi ad un ultimo intervento, di comune accordo con lo staff che lo ha seguito dai tempi dell’attacco ischemico: “E’ stata una toccata e fuga nel Day Surgery del Niguarda – ha spiegato – lo considero un regalo alla fine dell’anno più pericoloso della mia vita”.

Il malore

Era il 14 marzo quando Platinette, mentre era nello studio del suo fisioterapista, fu colpito da un malore che lui raccontò così: “Ero come in un fermo immagine, non riuscivo a parlare”. Il fisioterapista chiamò tempestivamente l’1-1-8 che intervenne in tempo scongiurando conseguenze ben più serie.

Coruzzi fu trasportato d’urgenza all’ospedale Niguarda, dove fu sottoposto ad una trombectomia che gli salvò la vita. Da lì poi è iniziato il lungo percorso della riabilitazione, che gli ha consentito di tornare a camminare e parlare senza problemi.

L’ultima operazione di Platinette

Platinette si è sottoposto ad una nuova operazione all’ospedale Niguarda per farsi impiantare un ILR, cioè un loop recorder impiantabile che riesce a diagnosticare in tempo reale eventuali disturbi del ritmo cardiaco.

Un dispositivo salvavita che consentirà a Coruzzi di affrontare con più serenità il futuro: “Ho terminato il percorso di riabilitazione post ictus – ha scritto nel suo ultimo post – con un intervento che mi ha piazzato vicino al cuore uno strumento in grado di rilevare eventuali aritmie”.

Ha infine salutato e ringraziato i fan per il supporto ricevuto e anche loro gli hanno inviato gli auguri di una pronta guarigione.

About Post Author

Skip to content