« Torna indietro

Porto Marghera, cantiere di accesso alla macroisola: dal 27 ottobre al 7 novembre modifiche alla viabilità tra via Torino e il Vega

20.10.2021 – L’ Assessorato alla Mobilità e Trasporti informa che dalle ore 7 di mercoledì 27 ottobre 2021 il tratto di Strada Regionale 11 interessato dai lavori di realizzazione della nuova viabilità di accesso alla macroisola prima zona industriale di Porto Marghera, tra via Torino e il Vega, subirà delle modifiche.

Nei mesi scorsi il cantiere ha visto dapprima la conclusione del montaggio della struttura portante del nuovo viadotto e successivamente il completamento della galleria artificiale al di sopra della quale sarà realizzata la rotatoria che consentirà la nuova manovra in direzione Venezia. Ora l’avanzamento del cantiere prevede il completamento delle rampe di accesso al viadotto la cui realizzazione consentirà nella prima settimana di novembre l’esecuzione delle prove di carico per il collaudo statico dell’intera infrastruttura. Un intervento che modificherà profondamente la viabilità cittadina, dal valore complessivo di 20 milioni di euro, per il quale si prevede la conclusione definitiva entro i primi mesi del 2023.

“Fino ad oggi ci siamo impegnati per contenere l’impatto di questo imponente cantiere sulla città – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Infrastrutture Stradali, Viabilità e Piano del Traffico Renato Boraso – e sono state sempre garantite le due corsie per ogni senso di marcia. In questa microfase di lavorazioni, della durata prevista di solo 12 giorni, sarà tuttavia necessario ridurre i transiti su una sola corsia per ogni senso di marcia. Una necessità che è fondamentale per poter completare l’opera nei tempi previsti. 

In conseguenza di questo cambiamento che potrebbe avere effetti sul traffico, specie nelle ore di punta – prosegue Boraso – nei giorni che andranno dal 27 ottobre al 7 novembre la Polizia locale di Venezia sarà impegnata per monitorare il traffico intervenendo in caso di necessità con possibili deviazioni in loco. Invito comunque tutti i cittadini, pendolari ed operatori economici a valutare percorsi alternativi”.

La nuova configurazione stradale è stata condivisa con i tecnici del Comune che hanno collaborato in stretta sinergia con impresa esecutrice, Polizia Locale, ACTV, Veneto Strade e CAV al fine di contenere quanto possibile i disagi che potrebbero riflettersi sulla circolazione stradale. Sono inoltre già stati condivisi eventuali piani di deviazione che saranno attuati solo in caso di emergenza o necessità.

“Se il meteo sarà dalla nostra parte – ha continuato l’assessore – ci sono le condizioni per anticipare i tempi di ripristino dell’attuale viabilità.  Ringrazio fin d’ora tutti per la comprensione dei possibili disagi dovuti alle esigenze legate al cantiere di questa strategica opera”.

x