« Torna indietro

Non si ferma all’alt della Polizia e sbatte contro guard rail. 19enne positivo ad alcol e cannabinoidi

Pubblicato il 11 Marzo, 2021

Finisce nei guai un 19enne di origini albanesi perché è risultato positivo ad alcol e cannabinoidi dopo che, sprovvisto di patente, aveva sbattuto con l’auto contro un guard rail, ma soprattutto non si era fermato al segnale di stop della Polizia. Nella tarda serata di ieri, una pattuglia della sezione Volanti del Commissariato di Polizia dello Stato di Taurisano, ha ingaggiato un inseguimento con un’Alfa Romeo 147, che viaggiava contro mano e a forte velocità nel centro cittadino. Il conducente dell’auto, poi risultato positivo ad alcol e cannabinoidi, per nulla persuaso a desistere dal fuggire, guidando pericolosamente e sempre a folle velocità, ha proseguito la corsa dirigendosi verso Ugento. Anche qui, violando le più elementari norme del Codice della Strada, ha proseguito, tra sorpassi azzardati, brusche frenate e svolte imprudenti, nella sua incosciente corsa, dirigendosi verso Torre San Giovanni, allontanandosi sempre più dalla pattuglia posta all’inseguimento, tanto da dileguarsi. La pattuglia, nonostante avesse perso di vista l’Alfa Romeo, ha continuato la ricerca dei fuggitivi dirigendosi sempre verso Torre San Giovanni e, subito dopo, giunti al bivio della contrada Artanisi, ha constatato che la macchina inseguita, ormai fuori controllo, era andata a schiantarsi contro il guard rail. Dall’auto erano scesi 4 giovani, due ragazzi e due ragazze, mentre il quinto occupante, una ragazza, era incastrata tra le lamiere e non riusciva a venir fuori dall’abitacolo. Nello stesso frangente, si stava sviluppando un incendio nel vano motore, rappresentando un serio pericolo per la ragazza rimasta intrappolata nell’abitacolo. Grazie alla risolutezza degli agenti è stato possibile mettere in salvo la giovane donna e, con l’estintore in dotazione alla volante, spegnere le fiamme. 

Denunciato 19enne risultato positivo ad alcol e cannabinoidi

Polizia di Stato VIterbo

A causa delle ferite riportate da tutti gli occupanti nell’impatto, sono intervenute tre ambulanze. Delle tre ragazze, tutte minorenni, solo una è stata trasportata al pronto soccorso di Tricase. Il conducente, invece, un cittadino albanese di 19 anni, poi risultato positivo ad alcol e cannabinoidi, è stato trasportato presso il Vito Fazzi di Lecce e l’altro ragazzo, un 22enne di Casarano, peraltro figlio del proprietario della vettura, si è fatto accompagnare in ospedale a Casarano dal padre. Dai successivi esami ed accertamenti si è appurato che il conducente, K.S., era sprovvisto di patente di guida, è risultato positivo ad alcol, presentando un tasso alcolemico pari a 1.0 g/l e a cannabinoidi. Il veicolo era sprovvisto della copertura assicurativa. Alla luce di quanto accertato, il conducente è stato denunciato per guida senza patente; guida sotto l’influenza dell’alcool e di sostanze stupefacenti e per resistenza a Pubbllico Ufficiale. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo poiché privo di assicurazione. Tutti i protagonisti della vicenda sono stati sanzionati per inottemperanza della normativa anti-covid che prevede la permanenza in casa dalle ore 5:00 alle ore 22:00.

Skip to content