« Torna indietro

Putin

Putin terrorizza l’Ucraina rievocando l’Holodomor: i russi rubano il grano (VIDEO)

Pubblicato il 29 Aprile, 2022

Ogni anno in Ucraina il quarto sabato del mese di novembre si commemora l’Holodomor, ovvero la tremenda carestia che tra il 1932 e il 1933 ha colpito il Paese provocando milioni di morti anche se, a oggi, è ancora impossibile fare una stima precisa del numero delle vittime.

E proprio alla vigilia del quarto sabato di aprile, ecco cosa è stato documentato.

Una colonna di camion russi, facilmente riconoscibili dalla Z che li contraddistingue, porta via tonnellate di cereali dalla zona di Melitopol.

Sono autorizzati al furto da un decreto di Putin.

Insomma, il presidente russo colpisce anche rievocando l’orrore staliniano, facendolo suo, sfregiando la memoria più intima e dolorosa del popolo ucraino, utilizzando il terrone come nuova arma.

Così come al tempo della collettivizzazione staliniana, che in Ucraina causò milioni di morti per fame e ridusse alcuni anche a ricorrere al cannibalismo, così come raccontano memorie angoscianti dell’epoca.

Già il termine, holodomor, è terribile. In ucraino vuol dire “infliggere la morte attraverso la fame”, ritornato a essere d’attualità dopo il discorso con cui Vladimir Putin ha giustificato la decisione di invadere l’Ucraina.

Lenin e i suoi associati hanno creato l’Ucraina moderna, strappando territori alla Russia – ha dichiarato Putin lo scorso 24 febbraio – L’Ucraina moderna è stata interamente creata dalla Russia comunista“.

In sostanza per Putin l’Ucraina non esisterebbe storicamente come Paese, ma sarebbe il frutto della scelta di Lenin di creare uno Stato federale fornendo così i presupposti per la disgregazione dell’Urss.

In quest’ottica, è impossibile non tirare in ballo l’Holodomor che per gli ucraini è stato un autentico genocidio perpetrato da Stalin nei confronti del loro popolo.

E quella Russia comunista rievocata da Putin adesso si materializza in quei camion che turbano.

About Post Author

Skip to content